TARANTO

Foggia: Viscomi, 'Troveremo un Taranto avvelenato'

Il difensore: 'Mi aspetto una bolgia incredibile, i tifosi ci tengono particolarmente a questo match'

Alessio Petralla
03.10.2019 23:52

E' uno dei big di questo Foggia l'esperto difensore, ex Cesena, tra i migliori in campo a Cerignola, Francesco Viscomi che presenta la sfida interna con il Taranto: "In questo periodo abbiamo commesso qualche errore in fase difensiva ma non mi sento di dire che la colpa è di un solo reparto: è un po' di tutta la squadra. In settimana cerchiamo di lavorare sodo per concedere quante meno palle gol possibili anche perchè il nostro modo di giocare è quello di prendere alta la squadra avversaria".

IL TARANTO: "E' una formazione molto attrezzata come lo era il Cerignola. Gli ionici arriveranno qui avvelenati dopo il ko con il Sorrento. Hanno individualità importanti soprattutto in avanti. La domenica noi, però, vogliamo raccogliere i frutti del lavoro settimanale: ci mettiamo tanto impegno per conquistare una maglia. Per affrontare al meglio il Taranto ci dobbiamo solo allenare con sacrificio: ci faremo trovare pronti. Se mentalmente staremo al meglio e avremo la cattiveria giusta potremo giocarcela con chiunque. Non dobbiamo avere paura di nessuno perchè siamo il Foggia".

VISCOMI: "Per me la stagione è iniziata bene: non mi accontento mai e sto cercando di addentrarmi al meglio nella mentalità dell'allenatore. C'è tanto da crescere e migliorare: voglio dare una mano ai compagni. Sono un ragazzo che crede molto nel lavoro".

IL CALENDARIO: "Dopo aver vinto con il Cerignola avremo Taranto, Brindisi e la Turris in coppa, competizione a cui teniamo tantissimo. Non è vero che certe partite si preparano da sole: serve sempre il lavoro. Che sia la prima della classe o l'ultima l'affrontiamo sempre allo stesso modo. Massimo rispetto per gli ionici ma non abbiamo paura di nessuno".

CERIGNOLA: "Dobbiamo fare sempre meglio perchè siamo stati protagonisti di parecchi errori. Il tecnico ci ha detto di non montarci la testa perchè domenica prossima ci attende una battaglia".

IL PUBBLICO: "Mi aspetto di vivere delle emozioni incredibili. E' un grande onore giocare partite così: in serie D non capita sempre di scendere in campo davanti ad una tifoseria come quella foggiana. Domenica mi aspetto una bolgia incredibile con i nostri supporters che ci inciteranno dall'inizio alla fine. Sarà un pomeriggio indimenticabile. I sostenitori rossoneri ci fermano per strada dicendoci "miraccomando domenica". Per noi, però, è una gara uguale alle altre: loro la sentono molto e deve scattarci quel qualcosa in più".

IL PASSATO: "Ero a Cesena in cui ho vissuto un campionato incredibile. Poi alla chiamata del Foggia non ho esitato e l'ho presa al volo. Non potevo rifiutarla. La società bianconera fece le sue scelte e con il cambio d'allenatore sono andati via molti calciatori. Con rispetto ci siamo salutati".

Si ringraziano:

 

Martina: Il ds Carrieri, 'Con il Corato possiamo ribaltarla in casa'
Fortitudo Grottaglie: Edjekpan, 'Il corso in Benin procede alla grande'