Giovanili

Diavoli Rossi: Lucio Marzulli, ‘Non smetterò mai di ringraziare questo club’

Comunicato stampa
02.05.2020 21:45


Un ottimo lavoro, per passione e per ripagare quanto la società Diavoli Rossi ha fatto per suo figlio. Stiamo parlando di Lucio Marzulli, medico sociale del club, che commenta così la stagione chiusa anticipatamente per cause di forza maggiore: “Ho seguito gli Allievi e soprattutto i Giovanissimi. Di positivo c'è la crescita del gruppo che nelle prime settimane non era amalgamato. Notevoli i miglioramenti tecnici e atletici dallo staff dirigenziale, una soddisfazione. Se proprio dobbiamo trovare una nota negativa, c'è un po' di rammarico perché i Giovanissimi hanno perso per strada punti che potevano essere utili per vincere il girone”.

PUNTO DI VISTA MEDICO: “Durante la preparazione abbiamo incontrato qualche problemino per gli infortuni, ma i ragazzi hanno seguito diligentemente terapie e diete comportandosi da veri sportivi anche il sabato sera. Ho trovato un gruppo educato: genitori ed educatori possono andarne orgogliosi”.

MANCANZA DEL CALCIO: “Dal punto di vista mentale, il dg Goffredo Trombetta ha trovato il modo per tenere vivo l'interesse dei ragazzi tramite Whatsapp. Con i consigli del preparatore atletico si sono sempre allenati nella speranza di disputare tornei e amichevoli prestigiose per mettersi in mostra".

DIAVOLI ROSSI: “Non ho più parole per ringraziare la società, ha fatto vivere un sogno a mio figlio. Frequento il club da quindici anni proprio perché mio figlio ha giocato in tutte le categorie, dai Primi Calci agli Esordienti per poi passare ai Giovanissimi del Bari e agli Allievi del Matera, chiudendo nella Juniores del Taranto. Un'esperienza positiva da riproporre anche nella prossima stagione”.

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Coronavirus: Massafra, Mino Salvi ‘Buoni spesa direttamente sulla tessera sanitaria’