Giovanili

La Casa di Cura ‘Villa Verde’ dona un defibrillatore ai Giovani Rossoblu

Grazie a quest'accordo stipulato dall'AU della clinica Ladiana e dal presidente dell'importante società tarantina Rocco Bruno, il defibrillatore sarà a disposizione di tutti gli atleti del Centro Sportivo ‘San Nunzio Sulprizio’

Comunicato stampa
26.10.2019 15:33


C'è un'importante novità in casa Giovani Rossoblu: la Casa di Cura "Villa Verde" ha donato un defibrillatore all'importante scuola calcio presieduta dal presidente Rocco Bruno. "Per me è stato un piacere conoscere questa società sportiva e condividerne i sani valori - commenta l'amministratore unico della clinica, la dottoressa Rosa Maria Ladiana - e la nostra donazione nasce dal desiderio di diffondere la cultura della prevenzione cardiologica, aspetto sul quale abbiamo sempre lavorato". Saranno previsti corsi all'interno della centro sportivo "San Nunzio Sulprizio", organizzati proprio dai Giovani Rossoblu: "Il defibrillatore è stato donato anche per mettere tutti nelle condizioni di poter intervenire efficacemente in caso di arresto cardiocircolatorio durante l'attività sportiva - precisa la dottoressa Ladiana - ed è importante che si imparino le giuste manovre. Sono felice di affidarmi ad una grande persona di sport come il presidente Bruno che è giustamente molto sensibile a queste tematiche". Proprio il massimo dirigente dei Giovani Rossoblu sottolinea: "Il defibrillatore è stato donato alla nostra società ma è a disposizione di tutti gli atleti che praticheranno sport all'interno della struttura e, più in generale, di tutto il quartiere, nella speranza che non servi mai a nessuno, nello spirito di condivisione che ha sempre rappresentato la nostra società. Ringrazio di cuore la Casa di Cura "Villa Verde" e la dottoressa Ladiana per averci scelto per questa donazione".

 

Calabria: L’affare con le cozze (andato male) tra il mafioso di Taranto e la famiglia di Gattuso
Virtus Tarentum Academy: Al via il primo campionato Giovanissimi Figc