CRONACA

[Video] Coronavirus: Conte, ‘Divieti estesi a tutta l’Italia’

Il premier annuncia l'inasprimento delle misure. La durata dei divieti, valida per tutta Italia, sarà fino al tre aprile

09.03.2020 21:51


"I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante delle persone in terapia intensiva e purtroppo delle persone decedute. Le nostre abitudini vanno cambiate ora: dobbiamo rinunciare tutti a qualcosa per il bene dell'Italia. Lo dobbiamo fare subito e ci riusciremo solo se tutti collaboreremo e ci adatteremo a queste norme più stringenti". Lo dice il premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi. 
 "Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare con l'espressione "io resto a casa". Ci sarà l'Italia come zona protetta". Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. "Non c'è ragione per cui proseguano le manifestazioni sportive, abbiamo adottato un intervento anche su questo". Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Il decreto sarà firmato questa sera ed entrerà in vigore domani mattina. La durata dei divieti, valida per tutta Italia, sarà fino al tre aprile.

Come è punita la violazione delle norme Il decreto stabilisce che chi viola le prescrizioni è punito con l'arresto fino a tre mesi e l'ammenda fino a 206 euro, secondo quanto previsto dall'articolo 650 del codice penale sull'inosservanza di un provvedimento delle autorità. Ma pene più gravi possono essere comminate per chi adotterà comportamenti, come ad esempio la fuga dalla quarantena per i positivi, che possono configurare il reato di delitto colposo contro la salute pubblica, reato che persegue tutte le condotte idonee a produrre un pericolo per la salute pubblica. 

 

 

Serie B: Coronavirus, due calciatori del Cosenza si rifiutano di giocare
Futsal A2/F: Coronavirus, il Città di Taranto sospende anche gli allenamenti