Eventi: Centro Ittico Taranto presente allo Slow Fish di Genova

Cultura, musica e spettacolo
30.06.2021 18:26

Sarà presente a Slow Fish, decima edizione della biennale dedicata al mare e a tutti suoi abitanti, nel centro storico di Genova dall’1 al 4 Luglio, Isola Blu, il marchio tematico del Centro Ittico Taranto SrL, presentato da Luciano Carriero, e nato per promuovere i prodotti ittici da lui stabulati e soprattutto la cozza tarantina, La Tarantina, appunto, una produzione di eccellenza. Genova sarà anche l’occasione per presentare in anteprima, il “Sugo alla tarantina”, un’innovativa quanto tradizionale produzione del territorio che porta il marchio, sempre, di Isola Blu e del Centro Ittico Taranto. Un prodotto realizzato con oltre il 30 % di frutto naturale che per la prima volta arriva sulle nostre tavole già pronto e fruibile. Un’idea da anni accarezzata da Luciano Carriero che finalmente prende forma presentandosi ad un pubblico specializzato. L’idea della lavorazione e della distribuzione di prodotti lavorati della pesca e della mitilicoltura, come appunto, il Sugo alla tarantina, ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza e il consumo dei prodotti ittici del territorio jonico, valorizzandone e divulgandone le caratteristiche e la qualità in ragione dell’importante controllo sanitario ed igienico dei prodotti destinati al consumo oltre che l’elevato valore nutrizionale degli stessi. Lo sviluppo di nuovi mercati e campagne rivolte ai consumatori attraverso la partecipazione a manifestazioni fieristiche, come, Slow Fish di Genova - spiega Luciano Carriero, presidente dei Mitilicoltori e Addetti alla Pesca di Confcommercio Taranto - ha lo scopo di delineare e promuovere una strategia orientata a promuovere stili di vita sani facendo conoscere le proprietà nutritive dei prodotti ittici e del pescato locale fresco, anche meno conosciuto e stagionalmente più conveniente, come la cozza di Taranto, ovunque apprezzata per le sue caratterische e promuoverne il consumo. La partecipazione a Slow Fish, vetrina ideale della piccola pesca e dell’itticultura, ma anche della ristorazione, dell’ospitalità alberghiera che si riconosce nella visione Slow Food è per quanti parteciperanno un vero e proprio segnale di ottimismo che segna la ripartenza di un settore che è stato decisamente colpito e danneggiato dalla pandemia. L’idea - conferma Luciano Carriero - è far diventare le cozze del Mar Piccolo presidio Slow Food, e di acquisire la denominazione di origine protetta. Un progetto al quale stiamo lavorando in sinergia con il Comune di Taranto”. Promozione del prodotto quindi e promozione del territorio. “Slow Fish rappresenta la giusta vetrina – spiega Carriero - la Liguria da sempre ha rivolto grande attenzione all’ecosistema marino, alla pescaturismo, tracciando interessanti linee guida in merito alla sostenibilità, alla salubrità dei prodotti, alle buone pratiche. Il confronto pertanto con altri operatori del comparto ittico è fondamentale in una prospettiva di crescita e sviluppo“. Per l’edizione 2021 dal 3 al 4 Luglio è tra l’altro previsto il Congresso nazionale di Slow Food Italia, un importante momento a cui prenderanno parte oltre 250 delegati e ospiti provenienti da tutt’Italia, contestualmente altri 500 delegati potranno seguire il convegno collegandosi in live. Per la provincia di Taranto e la mitilicoltura jonica, Luciano Carriero sarà in prima linea. Il Centro Ittico Taranto, SrL nasce a Taranto nel 1923, ha sede nella stessa città, in Via Niccolò Macchiavelli, 168. Si occupa della lavorazione di prodotti ittici, in particolare cura la distribuzione di prodotti allevati esclusivamente con reti biodegradabili (ndr. corde biologiche per disincentivare l’uso della plastica). Nel 2021 nasce il marchio Isola Blu per la promozione e commercializzazione di prodotti ittici lavorati. (CS)

Risparmia su assicurazione auto/moto 🚗💰🛵🏍 con Assicurazioni Lilla
Taranto: Sciopero servizi pubblici, adesione altissima ma guardia resta alta