TARANTO

Il doppio ex De Leonardis: 'Taranto, se lasci spazi al Gravina sono cazzi...'

L'ex allenatore gialloblù e calciatore ionico: 'Complimenti a Panarelli; Gravina società serissima'

Alessio Petralla
20.11.2019 16:41

Ex allenatore del Gravina e calciatore del Taranto, rimasto legatissimo ad ambo le piazze, è Antonio De Leonardis a presentare nel dettaglio, a Blunote, il derby di domenica tra i gialloblù e i rossoblù: "Guardando le piazze presenti nel girone H mi aspettavo un campionato più tosto; c'è, però, anche da dire che molte di queste ancora non hanno espresso il reale valore anche se pian piano qualcosa si sta vedendo. Pensavo di vedere più qualità".

ZONA SALVEZZA: "Vedo almeno tre squadre che non fanno testo e che sono praticamente già retrocesse. Poi tutte le altre hanno un livello simile".

IL GRAVINA: "I gialloblù possono fare un ottimo campionato vista la presenza in rosa di calciatori validi come Santoro che sta disputando una stagione incredibile, Ficara, Prosi e il portiere Loliva che si sta riconfermando. I baresi possono stare in alto anche se non sono paragonabili a Foggia, Bitonto e Taranto. Ci tengo a sottolineare che quella gialloblù è una società che da anni fa il proprio dovere: una delle poche che fa parlare di se per il suo serio modo di essere sportivi. E' tutta gente molto seria".

IL TARANTO: "E' una grande squadra e Panarelli sta facendo un buon lavoro. Questo allenatore può ambire a piazze importantie e può vincere. Sta dimostrando quanto vale e il tempo potrebbe fargli fare il salto di qualità. Non è da tutti conquistare quattro vittorie di fila. E' riusscito a trovare la quadratura giusta. Complimenti perchè in certe piazze, in cui esistono tante pressioni, non è mai facile".

TARANTO-GRAVINA: "Conosco le due compagini e so che gli ospiti con Santoro a campo aperto possono essere devastanti. Bisognerà vedere come si schiereranno gli ionici che hanno qualità e un buon possesso palla. Se lasciano spazi al Gravina possono essere cazzi...".

LE SORPRESE: "In negativo c'è la Fidelis Andria: peccato perchè si tratta di una piazza importante in cui vi ho anche giocato e come per Taranto ho un gran ricordo. Non è stata costruita male: qualche errore si può sempre commettere. Sbaglia solo chi non opera. In positivo c'è il Sorrento che ha un tecnico, Maiuri, che è molto preparato ed esperto e che rappresenta un valore aggiunto. Da dicembre usciranno i reali valori  di tutte le squadre in un campionato fino ad ora sottotono".

Si ringraziano:

Sorrento: Figliolia, 'Se seguiamo Maiuri possiamo fermare anche il Bitonto'
Serie D/H: Giudice, Gravina a Taranto senza l’ex Mbida