Avventure per posta: 3 professioniste pugliesi inventano gioco postale su ambiente

Cultura, musica e spettacolo
07.06.2021 18:13

“Nessun Cerca-cose è troppo piccolo per fare la differenza” è il motto della casa editrice “Il Club dei Cerca-cose” che lancia le “Avventure per posta”:  il grande gioco postale sull’ambiente per bambine e bambini dai 6 anni in su, inventato da tre professioniste pugliesi vincitrici del progetto PIN. Il Kit di piccole missioni per cambiare grandi cose ispira le bambine e i bambini a fare la differenza, prendendosi cura della Terra e degli altri. L'Avventura arriva direttamente a casa, i destinatari sono i bambini e le bambine, i veri eroi ed eroine del gioco. La busta contiene un kit per compiere emozionanti missioni in casa e all’aperto, da soli o in compagnia. Come? Attraverso una storia, una mappa con adesivi, oggetti misteriosi, tesserini e distintivi di fine missione. La prima Avventura “Alla ricerca dei fiori perduti” porterà a scoprire la biodiversità e perché siamo tutti interconnessi, che cosa sono i community garden e come far ritornare le farfalle e le api nelle città.  «La mia esperienza di genitore - racconta Anna Delli Noci, ideatrice de Il club dei Cerca-cose - mi insegna che gli strumenti su cui le bambine e i bambini creano la propria idea di mondo sono spesso intrisi di stereotipi di genere, senza accenno alle sfide del nostro presente. Il tempo in natura, prezioso per la salute psico-fisica, viene spesso rimpiazzato dalla tecnologia. Così ho ideato il Club, per aiutare piccoli e grandi a passare più tempo in natura e a sviluppare un dialogo sulle sfide del nostro presente. Come? Divertendosi! Ho condiviso la mia idea con una illustratrice e una scrittrice e sono nate le Avventure per posta. Vogliamo aiutare a crescere le bambine e i bambini con consapevolezza, empatia e libertà, avventura dopo avventura. Celebriamo con il nostro lavoro l'arte di porsi una montagna di domande e la curiosità di provare a rendere il mondo un posto più giusto, equo e sostenibile. Il nostro spirito guida è Pippi Calzelunghe: la prima Cerca-cose al mondo!». Il Club dei Cerca-cose è formato da tre professioniste pugliesi: l’ideatrice Anna Delli Noci (Taranto), l’illustratrice e graphic designer Roberta Cagnetta (Terlizzi), la scrittrice e giornalista Alessandra Macchitella (Taranto). I temi sono ispirati all’Agenda 2030 dell’Onu per sviluppare pensiero critico, consapevolezza e competenze chiave per il futuro, puntando sulla difesa dell’ambiente, la lotta alle diseguaglianze, la pace, la giustizia e l’educazione. Le Avventure sono ecologiche, made in Puglia, durevoli e ricordano il gusto di ricevere la posta. Diversi studi infatti dimostrano che i bambini che imparano dagli scritti su carta sviluppano più concentrazione e rafforzano un dialogo più ricco con gli adulti. L’emozione dell’attesa, l’effetto sorpresa e l’esperienza tattile di aprire una busta a proprio nome è un momento di condivisione, di scoperta e di gioco per tutti. Il progetto è vincitore PIN – Iniziativa promossa dalle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI e finanziata con risorse del FSE – PO Puglia 2014/2020 Azione 8.4 e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione. Le Avventure per posta sono ordinabili dal sito www.ilclubdeicercacose.com al costo di 16.90 euro. (CS)

Commenti

Polizza RCA auto/moto in scadenza? Scegli il meglio, scegli Magna Grecia Broker!
Taranto: Spacciava nonostante fosse agli arresti domiciliari, arrestato