Corado: ‘Vogliamo lasciare il segno nella storia del Taranto’

Foto Max Todaro
TARANTO
Lorenzo Ruggieri
23.05.2021 18:54

”Ci tenevo a tornare al gol allo Iacovone dopo il lungo infortunio. In allenamento ho provato spesso a fare questo tipo di movimento, ci ho creduto fino alla fine. Il pallone mi è rimbalzato sul tacco ma ho sfruttato l'errore del portiere avversario. Ogni attaccante vive per il gol ma l'importante era ottenere i tre punti. Ci voleva la vittoria per continuare questa striscia ma da domani dovremmo pensare già alla prossima gara. Mi sento bene, sono in fiducia anche grazie ai miei compagni. Abbiamo avuto tante opportunità ma in un paio di occasioni non sono riuscito a segnare. L'importante, però, è non perdere la testa in questi momenti. Sono il primo a mettermi a disposizione, voglio dare il mio contributo ma abbiamo bisogno di tutti, compresi Diaz e Alfageme. Chiunque entri in campo deve dare il 100%. La concentrazione non deve mancare mai, molte partite si vincono con un gol di scarto. Non dobbiamo mollare un centimetro, ci rimangono tre finali e la prima sarà domenica prossima. Non ascolto le polemiche, gli infortuni capitano a tutti ma sono abituato a superare gli ostacoli. Ora guardo avanti, sto bene e abbiamo vinto. Spero di ritrovare presto il pubblico il cui entusiasmo porta ansia positiva. Complimenti alla Pilato e ai ragazzi della pallavolo, ora tocca a noi lasciare il segno nella storia di questa città”.

Commenti

Taranto-Team Altamura 1-0: Analisi e commenti con ‘A tempo scaduto’ - Video
Serie A: Benevento, Gori può fare la storia. Verso l'esordio in A a 41 anni