TARANTO

Taranto: Iacovone B, tutto pronto per la posa dell’erba sintetica

30.10.2019 10:19

Iacovone B, siamo alla fase due, quella definitiva. È tutto pronto per la posa dell'erba sintetica di ultima generazione che avverrà nelle prossime ore. Il campo B dello Iacovone comincia a prendere forma: come si evince dalla foto che abbiamo scattato nella mattinata di mercoledì 30 ottobre, i rotoloni di erba sintetica sono già stati posizionati e sono pronti per essere posizionati sul terreno.

Erba sintetica di ultima generazione, cos'è: I manti in erba sintetica di ultima generazione sono progettati e creati con materiali ecologici al fine di ottenere una superficie di gioco per il calcio simile all’erba naturale. Queste superfici sintetiche consentono di realizzare campi con rimbalzo ideale della palla, ottima penetrazione dei tacchetti, scivolata senza escoriazioni, migliori prestazioni tecniche dei giocatori. I manti sono omologati dalla LND nella versione “Standard” e “Professional”.

Vantaggi rispetto all’erba naturale colore sempre verde naturale in tutte le stagioni, drenaggio perfetto, non si compattano con l’utilizzo, praticabilità per 365 giorni all’anno, costi per le manutenzioni ordinarie azzerati, rispetto dell’ambiente.

Caratteristiche tecniche Il manto è costituito da tappeti prefabbricati tessuti con speciali fibre in polietilene lubrificato antiabrasivo colore verde ecologico del tutto simile all’erba naturale, altamente resistenti ai raggi UV ed agli agenti atmosferici. I tappeti hanno una larghezza e una lunghezza variabile a seconda delle dimensioni del campo di gioco. Il manto viene posato sul sottofondo costituito da massicciata con inerte drenante di varia pezzatura oppure su terreno opportunamente consolidato mediante stabilizzazione chimica e sovrastante “geodreno”. Durante il montaggio i teli vengono posati a secco sul sottofondo e uniti fra loro mediante apposite bande sottostanti, incollate sul dorso del manto mediante speciale colla poliuretanica bicomponente ad alta resistenza meccanica. Si procede successivamente all’inserimento delle linee di gioco, di colore diverso a seconda dello sport, mediante la tecnica dell’intarsio. Il manto, infine, viene intasato superficialmente mediante un primo strato con speciale sabbia silicea, lavata ed essiccata, a granulometria sferoidale, onde garantire la stabilità del tappeto artificiale. Ad esso viene applicato un secondo strato sovrapposto costituito da un particolare granulo di gomma nobilitata colore verde o intaso composto da materiale di origine naturale organica con certificato di omologazione LND, per aumentarne l’elasticità e consentire il gioco con scarpe dotate di tacchetti per il calcio a undici. La pavimentazione sportiva, essendo drenante, è praticabile con ogni condizione meteorologica. Sole, pioggia o neve non la danneggiano.

Brindisi: La squadra è con Olivieri, fiducia rinnovata
Junior Taranto: D'urso, 'Contento per la chiamata al CFT'