Taranto: Mastromonaco,'Pari con Paganese ci rammarica'

L'esterno: ‘Il rigore? Più amareggiati per le tante occasioni fallite’

TARANTO
25.01.2022 23:07

(Di Lorenzo Ruggieri) Dopo un avvio di stagione ai margini della rosa, Gianluca Mastromonaco sembra essersi impadronito della fascia destra tarantina: “Inizialmente sono stato messo fuori lista per varie dinamiche” ha spiegato l'ex Carpi nel corso di Rossoblù85: “Successivamente, grazie al lavoro e alla dedizione, oltre alla fiducia del mister e del direttore, sono stato reintegrato e spero di poter continuare a dare il mio apporto alla squadra”. Mastromonaco, in campo per più di un'ora contro la Paganese, ha così commentato il pari dello Iacovone: “Dopo un mese di inattività non era facile riattaccare la spina, ma l'approccio è stato positivo. Tralasciando i primi dieci minuti del match, abbiamo sempre avuto il pallino del gioco. Il rigore sbagliato è un episodio, c'è più rammarico per non essere riusciti a capitalizzare le numerose occasioni create. C'è rammarico per non aver portato a casa i tre punti ma il pareggio serve quantomeno per la classifica e per l'obiettivo salvezza. Personalmente non mi è piaciuta la mia prestazione, sono molto critico verso me stesso e devo continuare a lavorare per migliorare”. Domenica prossima, i rossoblù sono attesi dal Latina, reduce dalla vittoria per 3-1 sul Foggia: “Contro i pontini non sarà facile, vengono da un'ottima vittoria contro il Foggia e la loro classifica non è veritiera. Sarà una trasferta difficile ed impegnativa, affronteremo una squadra che si è rafforzata molto. Dovremo essere attenti e concentrati, con la Paganese abbiamo capito che ai giocatori esperti come Castaldo non puoi concedere spazi”. Nella prima parte di stagione, la squadra di Laterza ha dimostrato di poter contare su un gruppo solido e ben amalgamato, come confermato dallo stesso Mastromonaco: “L'unione del gruppo è il nostro punto di forza, oltre al lavoro ed alla dedizione. Anche nei momenti più difficili non abbiamo smesso di lottare e ne siamo usciti sempre a testa alta. Grazie a queste caratteristiche, anche per i nuovi arrivati è stato facile integrarsi”. Chiosa finale sulla città di Taranto: “Qui mi trovo molto bene, amo il mare e il caldo. Inizialmente non è stato facile ma Taranto mi ha dato tanto, sia dal punto di vista umano che calcistico. La promozione dello scorso anno è stata un'enorme soddisfazione e siamo contenti di aver regalato un sogno ai tifosi. I tarantini sono molto simpatici e speriamo di raccogliere presto i frutti del nostro lavoro.”

Proteggi la tua auto/moto 🚕 🏍 e risparmia fino al 65%
Latina: Ercolano: ‘Col Taranto non firmo per il pareggio’