Serie D

Foggia corsaro a Nardò, decidono Cittadino e le parate di Fumgalli

Armando Borrelli
27.10.2019 16:30


Il gol di Cittadino ed uno strepitoso Fumagalli regalano al Foggia i 3 punti in quel di Nardò.

La partita inizia e prosegue senza particolari emozioni fino al 15’, quando al primo vero tiro in porta della partita, Cittadino riesce a trovare la rete dell’1-0 anche grazie alla deviazione tanto involontaria quanto decisiva di Pantano che beffa un incolpevole Montagnolo. Si accende tuttavia un parapiglia dopo la convalida del gol, perché il secondo assistente Cipolletta aveva alzato la bandierina per segnalare un fuorigioco che non poteva esistere, in quanto il Sfira di Pordenone ben vede che il tocco aereo sulla punizione battuta dallo stesso Cittadino era stata di Trinchera, che di fatto non rendeva di offside la posizione dei calciatori del Foggia. Succede anche qualcosa in tribuna centrale, con la dirigenza del Foggia che deve venire protetta dall’intervento degli steward e delle Forze dell’Ordine presenti allo stadio “San Giovanni Paolo II”. Al 21’ doppia occasione per il Nardò con Fumagalli che si oppone a Camara, il pallone diventa buono per Spagnolo che prova ad infilare in rete ma trova Viscomi ad opporsi. Sette minuti più tardi, il Foggia mette fuori il pallone per permettere i soccorsi da parte dello staff sanitario del Nardò, i calciatori locali però non rendono poi il pallone ai “Satanelli”, con Calemme che cerca il gol (spedendo il pallone in rimessa laterale con il tiro impreciso) e facendo nascere un nuovo parapiglia tra i calciatori in campo. Al 31’ Camara fallisce nuovamente un’occasione a “tu per tu” con Fumagalli, poi al 39’ sulla battuta della punizione di Russo è attento Montagnolo a salvare sulla linea l’incornata di Gentile. Al 47’ Calemme sfugge alla trappola del fuorigioco dei difensori ospiti ma riesce a far partire solo un tiro-cross che Fumagalli allontana con un intervento in tuffo, con lo stesso numero 10 granata che lascia partire un tiro a giro al 51’ che non inquadra lo specchio della porta. Mette a lato Cittadino con un tiro da lontano al 54’, mentre al 65’ Montagnolo respinge il tiro sul primo palo del subentrato Tortori su assist di Salines. Al 78’ Camara calcia dal limite troppo centralmente per impensierire Fumagalli, poi al 90’ i rossoneri chiudono bene sul contropiede dell’attaccante nato in Guinea. Nel corso dei 6 minuti di recupero, c’è tempo per l’occasionissima di Campagna al 95’ al termine di una buona azione corale ed il fischio finale, che pone fine alla partita.

 

Tabellino: Nardò-Foggia 1-0 15’ Cittadino (F)

Nardò (4-3-3): Montagnolo; Trinchera, Aquaro, Pantano, Spagnolo (78’ Marchionna); Cancelli, Danucci (66’ Mengoli), Montaperto (66’ Avantaggiato); Natalucci (75’ Iannucci), Camara, Calemme. Panchina: Mirarco, Centonze, Frisenda, Matere, Vecchio. All.: Foglia Manzillo

Foggia (3-5-2): Fumagalli; Delli Carri (63’ Cadili), Gentile, Viscomi; Staiano (89’ Cannas), Sadek, Cittadino (74’ Gerbaudo), Gibilterra (58’ Salines), Campagna; Iadaresta, Russo (55’ Tortori). Panchina: Di Stasio, Pertosa, Di Jenno, Buono. All.: Cau

Arbitro: Sfira di Pordenone; Assistenti: Maiorino di Nocera Inferiore, Cipolletta di Avellino

Ammoniti: 11’ Cittadino (F), 16’ Danucci (N), 28’ Russo (F), 62’ Spagnolo (N), 73’ Fumagalli (F), 84’ Pantano (N), 86’ Gerbaudo (F). Espulsi: /

Taranto: S. Manzo, ‘Le partite durano sempre 90 minuti’
Volley B/M: Un Martina decimato cede a una ambiziosa Folgore Massa