Serie D

Serie D: Cosimo Sibilia, ‘I ricorsi non ci spaventano’

22.06.2020 11:10


"Per quanto riguarda le seconde classificate ci sarà una graduatoria che vedrà condizioni di merito ma sono questioni che si intrecciano con le riforme del calcio. Al momento sappiamo che il format di serie C è di sessanta squadre, se non ci saranno modifiche ci sarà la possibilità di accedere ai ripescaggi tramite una griglia. Sicuramente al momento opportuno saranno fatte tutte le valutazioni e si discuterà ad esempio dell’impiantistica sportiva. Al momento però non possiamo fare previsioni sui ripescaggi. La riforma dei campionati? Cento società professionistiche sono troppe, non riusciamo a reggerle più. Dobbiamo renderci conto che non possiamo vivere al di sopra delle nostre possibilità. Per i ricorsi non abbiamo nessuna preoccupazione perché ci sono criteri che riguardano il merito ed il demerito sportivo stabiliti dal Consiglio Federale e dalla Fifa. Chi non sarà soddisfatto potrà rivolgersi al Coni, per la giustizia sportiva, mentre per quella amministrativa al Tar. Sono stato sempre del parere che il rettangolo di gioco doveva essere l’unico giudice, poi dopo il protocollo sanitario ci siamo resi conto che non era applicabile ai nostri campionati”. Così Cosimo Sibilia, presidente della Lnd, nel corso di un'intervista rilasciata a Kickoff.

Serie D/I: Acr Messina, pagare Cazzarò e staff per evitare guai
Eventi: Tour Taranto Opera Festival, martedì 23 giugno presentazione