Politica

Taranto: Consigliere Battista, ‘Cercasi disperatamente maggioranza’

Comunicato stampa
06.10.2020 22:33


Stamattina (martedì 6 ottobre) è stato convocato, in seconda convocazione, alle 09.30 il Consiglio Comunale, l'ultima volta la maggioranza ha dovuto rinviare la seduta per mancanza del numero legale, utile per l'approvazione dei provvedimenti. Oggi erano iscritti all'ordine del giorno 25 punti: debiti fuori bilancio, la variante urbanistica puntuale al Prg (piano regolatore generale) richiesta del Sig. Chiapetta, variazione di bilancio previsione finanziaria 2020/2022, acquisizione gratuita di due vie (zona lama) utilizzate a uso gratuito e la modifica e nomina del nuovo presidente della commissione attività produttive. Anche oggi maggioranza ai ferri corti, dopo le elezioni regionali sembra di assistere alla resa dei conti all'interno dell'amministrazione Melucci, infatti ai punti 34 e 35 acquisizione delle 2 vie 5 componenti della maggioranza (gruppo Bitetti) hanno abbonato l'aula chiedendo il rinvio dei punti e i 2 consiglieri indipendenti per Taranto (Simili e fuggetti) si sono astenuti. I  punti sono passati solo perché per l'approvazione bastavano solo 11 voti a favore e non i canonici 17 per provvedimenti importanti. Mentre al punto 35 oggi dopo mesi di stand by nella commissione attività produttive, dopo le dimissioni del Presidente Abani, gruppo Bitetti, ma uomo di fiducia del Sindaco Melucci,  ci saremmo aspettati la nomina del nuovo presidente della commissione attivita produttive, ma le lotte interne alla maggioranza non hanno portato alla nomina del nuovo Presidente compromettendo l'azione politica della maggioranza. Come può un'amministrazione stare al passo visto il momento tragico che vivono i cittadini, i,commercianti, gli imprenditori, per l'emergenza covid-19, se la commissione Attivita produttive é ferma non producendo nulla ormai da mesi? Come può la maggioranza targata Melucci dare indirizzi politici alla giunta sul commercio, fiere e mercati, politiche giovanili per il lavoro, marketing territoriale, turismo, green economy se prevalgono le lotte interne? Al di là degli annuci roboanti, spot pubblicitari a pagamento in 3 anni dal suo insediamento quest'amministrazione nonostante il sostegno del Governo centrale e regionale ha prodotto quasi il nulla e su questioni fondamentali come quella ambientale si brancola nel buio. Questa città ha bisogno di una maggioranza forte e coesa senza compromessi e che parli chiaro, le bugie hanno le gambe corte e tutto sarà più chiaro quando alla fine si tireranno le somme. Work in progress... (Consigliere Massimo Battista).

Massafra: Pino Difino, ‘Uno schiaffo che ci renderà più cattivi’
Puteolana: C’è un nuovo direttore tecnico