Agente Luciani: 'Futuro? Taranto ha la precedenza'

Luca Urbani: 'Non ho ricevuto ancora nessuna chiamata dal Taranto, attenderemo per rispetto prima una proposta della società jonica'

Luciani nella foto Max Todaro
TARANTO
03.06.2024 18:50

(Di Anthony Carrano) Annata sicuramente positiva quella di Alessio Luciani al Taranto. Prestazioni di carattere con la casacca rossoblù che sono valse la palma di leader indiscusso in campo. Intervistato ai microfoni di Blunote, il suo procuratore Luca Urbani traccia il bilancio sulla stagione agonistica appena conclusa dal suo assistito.

ANNATA POSITIVA: “Aspettavamo con ansia un progetto caldo dal punto di vista ambientale come poteva rappresentare Taranto e ritengo che la scelta sia stata la più giusta rispetto ad altre opportunità in ballo. Arrivato a metà novembre a campionato già avviato, si è calato bene nella parte del giocatore che doveva dare esperienza al gruppo di Capuano che era in parte giovane. Probabilmente il Taranto in quel momento, aveva bisogna di un giocatore di personalità con le caratteristiche di Alessio, quindi credo che sia stato un incastro positivo per entrambe le parti. In lui quest’anno è tornata quella passione che si era leggermente spenta dopo la risoluzione con la Reggiana il primo giorno di settembre.”.

CAPUANO: “Il mister è stato decisivo. Nel primo colloquio con Capuano, abbiamo parlato esclusivamente delle caratteristiche di Alessio e se fossero funzionali al progetto Taranto e a quello che chiedeva lui ai suoi ragazzi. Dopo la nostra chiacchierata è stato tutto molto veloce: il mister è un grande esperto di calcio, un tecnico navigato, una persona molto sveglia, non è stato complicato fare scattare il binomio in pochissimo tempo. Sarà sicuramente importante la permanenza di Capuano al Taranto per noi, grazie a lui si è realizzato questo matrimonio”.

CONTRATTO IN SCADENZA: “Non ho ricevuto ancora nessuna chiamata dalla società, c’era un vecchio impegno per poterci incontrare nuovamente dato che la dirigenza è stata molto soddisfatta dell’operato di Alessio. Immagino che al momento il Taranto sia proiettato più sulle scadenze federali e l’iscrizione in generale come un po' tutte le società di Lega Pro. Una volta messo a posto tutto l’iter burocratico anche inerente al discorso Iacovone, presumibilmente arriverà una chiamata e eventualmente la ascolteremo qualora dovesse arrivare. A Taranto siamo stati benissimo: Alessio è stato accolto nel migliore dei modi e ha dato tutto onorando la maglia con la consueta serietà e professionalità. Siamo disponibili ad ascoltare ma allo stesso tempo essendo un giocatore a scadenza di contratto, penso che dopo oltre 450 presenze in Lega Pro qualcuno si ricorderà dui Alessio”.

VOLONTA’: “Alessio ha voglia di continuare a giocare in una piazza importante. Anagraficamente non è più giovane ma dentro ha lo spirito di un bambino alle prime esperienze (sorride, ndr). Sente ancora un fuoco dentro e vorrebbe provare a rivincere un altro campionato, un po' com’è accaduto a Reggio due anni fa. La sua volontà è quella di trovare un percorso stimolante e allettante che possa mettere Alessio ulteriormente in evidenza. Se sia Taranto o un’altra piazza analoga bella e affascinante, sarà il tempo a deciderlo”.

SONDAGGI DI ALTRE SOCIETA’: “Solo una richiesta di informazione ma io per correttezza professionale, prima di parlare con altre squadre, attendo sempre un cenno dalla società attuale per capire se c’è volontà di proseguire insieme. Chiaro: non possiamo aspettare in eterno, però dò sempre un tempo ragionevole e siccome come detto in precedenza, le priorità della società al momento sono altre, di fronte a un eventuale silenzio del Taranto, non staremo a braccia conserte. Qualcuno ha chiamato, non sono passate inosservate le presenze di Alessio, è stato un pilastro mai sostituito tranne una volta a Monopoli, sicuramente è stato una persona di rilievo oltreché come giocatore non tanto quanto per la consistenza nello spogliatoio, sicuramente una figura importante. La priorità sarà Taranto per rispetto verso la società che ci ha accolto a braccia aperte, verso Capuano e la piazza intera che ha sospinto questi ragazzi a fare un percorso eccezionale e spero ripetibile perché sarebbe meraviglioso”.

Martina Franca capitale del basket pugliese per una settimana
1a Categoria, Statte: il contributo dei giovani per la salvezza