Crest Taranto: Fior di favole, serie podcast di quattro episodi su Spreaker

Cultura, musica e spettacolo
29.03.2021 11:47

Tra le fiabe di tutto il mondo il Crest ha scelto quelle che raccontano come sono nati i fiori, simbolo di bellezza assoluta e massima fragilità. In un mondo in cui la bellezza è diventata status omologante ed esteriore e la fragilità un disvalore, le favole sui fiori rinviano ad una riflessione sul rapporto tra il proprio apparire e il proprio essere senza uscire dal “mondo incantato” dell’immaginario popolare per “cogliere” dalla sua saggezza, come si fa con i fiori, un’esperienza durevole di bellezza interiore. Inoltre, parlare di fiori è un modo “altro” per parlare dell’ambiente naturale. Giovanni Guarino racconta miti e leggende sulle origini dei fiori con la serie podcast di “Fior di favole”, liberamente tratta dall’omonimo libro di Daniela Zamburlin (Todaro Editore, 1997), ricerca sonora di Mustafa Cengic: quattro episodi creati dal Crest in formato audio e pubblicati sul sito ufficiale Spreaker, nell’ambito del progetto “Dall’io al noi: un equilibrio tra la cura dello spazio e delle relazioni” promosso dalla Biblioteca comunale “Pietro Acclavio” di Taranto, con il sostegno del MiBACT. Infatti, l’intento è quello di dare continuità al progetto nonostante le restrizioni imposte dalla pandemia, immaginando nuovi linguaggi e nuove modalità di incontro con gli utenti. In sinergia con tutti i partner, e grazie alla tecnologia digitale, anche il Crest propone un diverso approccio alle tematiche ambientali ed alle iniziative dell’Orto didattico attivo nell’ambito del progetto. Da ascoltare e scaricare gratuitamente senza registrazione, i contenuti sono disponibili online sulla piattaforma per desktop di Spreaker al’indirizzo https://www.spreaker.com/show/fior-di-favole e sull’app per smartphone e tablet di Spreaker (e Spotify) digitando nella barra di ricerca "Crest Coop Teatrale". Già pubblicato l’episodio “Il fedel girasole”, i successivi tre saranno caricati, uno a settimana, il giovedì alle ore 13. L’auspicio del Crest è che l’ascolto della fiaba sia stimolo e materia di nuovo gioco per i ragazzi, così da produrre disegni ed elaborati di vario tipo da restituire tramite mail all’indirizzo [email protected] I materiali ricevuti potranno concorrere alla elaborazione di un nuovo video. Daniela Zamburlin Nata a Venezia, laureata in Filosofia a Padova, è giornalista professionista. Ha lavorato al Gazzettino. Attualmente è direttrice di Kaleidos, la rivista dell’Università Popolare di Mestre e condirettrice di Nexus, periodico di cultura veneziana. Collabora con quotidiani e periodici prevalentemente su temi di letteratura e di storia. Tra i suoi interessi principali sono lo studio della fiaba e delle tradizioni popolari, la storia delle donne e la storia di Venezia, città in cui vive e lavora. Collabora a Venipedia, l’enciclopedia storica online di Venezia. È socia fondatrice ed è stata presidente dell’associazione culturale “Moderata Fonte”, che promuove la cultura delle donne del presente e del passato. Fa parte della segreteria del Coordinamento Giornaliste del Veneto “Claudia Basso”. È consigliera dell’Università Popolare di Venezia, socia dell’Ateneo Veneto e del Comitato Venezia. È direttrice della collana di Fiabe di Supernova e autrice di saggi sui giochi infantili. Svolge costante attività di conferenziera per importanti associazioni veneziane. Organizza manifestazioni letterarie e poetiche, tra le quali “Libri in spiaggia”. (Comunicato stampa)

Commenti

AEL Grottaglie: DS Bruno, 'Pronti a riprendere questa bellissima avventura'
Taranto inedita e suggestiva, Taranto ‘Terra dei fiumi’