Eccellenza

Martina: Il ds Carrieri, 'Siamo feriti ma non siamo morti...'

Alessio Petralla
07.11.2019 11:04

A commentare la pesante sconfitta rimediata a Molfetta e a immergersi nella sfida di domenica in casa con la Deghi, a Blunote, è il DS del Martina Alessio Carrieri: “La gara di domenica non era stata programmata nel modo in cui abbiamo giocato. Il Molfetta ci ha dominato per tutta la partita”.

LA SETTIMANA: “Sarà la solita: stiamo lavorando a testa bassa cercando di capire quali sono stati gli errori. Nove gol presi in due trasferte devono far riflettere la squadra e la società”.

FORMAZIONE: “Domenica rientrerà Di Rito ma ci sono out, ancora, Mummolo e Gallitelli”.

LA DEGHI: “Si tratta di una matricola che sta facendo bene. Verranno qui per fare una partita importante. Noi siamo feriti ma non morti”.

LA GARA: “Il Martina deve tornare subito a fare il Martina. Scenderemo in campo, come sempre, per conquistare l’intera posta in palio”.

LE INSIDIE: “Temo noi stessi: conosciamo le nostre caratteristiche e il nostro potenziale. Se l’approccio sarà come quello di domenica non arriverà il risultato altrimenti potremo fare bene”.

NUOVI SOCI: “Ci stiamo trovando bene: condividiamo le stesse idee sia dentro che fuori dal campo. Antonio Distante è un ragazzo squisito”.

IL CAMPIONATO: “Siamo perfettamente in linea con i programmi a prescindere dal pesante ko di domenica scorsa. Dimostreremo con il tempo che non siamo morti”.

Si ringraziano:

Futsal A/F: Real Statte, Eliane Dalla Villa ‘Qui mi sento a casa’
Punto: Antonazzo, 'Panarelli? Il Taranto sta trovando la strada giusta'