ALTRI SPORT

Ippica: Caravaggio Grif cala il poker all’ippodromo Paolo VI

Comunicato stampa
20.11.2020 15:21

Foto di Irene Matas Pery da Pixabay
Con il successo di ieri, giovedì 19 ottobre, Caravaggio Grif porta a quattro le vittorie in carriera in altrettante corse. Ancora imbattuto, l'allievo di Antonio Esposito, al doppio nel pomeriggio, debellava le resistenze di un buon Canadian As al termine di ultimi 1300 metri allo scoperto. Il figlio di Varenne passava in retta d'arrivo e concludeva a media di 1.17.6 sul doppio chilometro, mentre al terzo posto finiva Costantin Ferm. 
Il raddoppio per Antonio Esposito arrivava con Aristeo Caf, che si liberava dalla scia di Anita Pred in dirittura d'arrivo, sferrava un duro attacco e la batteva esprimendosi in 1.14.3. Anche Bucintoro Rl portava a casa la terza vittoria consecutiva, la quinta in nove uscite. Si sbrigava presto dalla seconda fila l'allievo di Mario Minopoli Jr, che sfilava dopo 300 metri e rintuzzava gli attacchi di Bay Nord Fro, scappando via ai 400 finali e chiudendo da 1.15.3, lasciando Bombardino Font al secondo posto. Nella reclamare per anziani accadeva di tutto: prima la fuga di Zarda che passava il primo giro in 1.12.1; poi la rottura improvvisa della stessa, la quale non si toglieva di mezzo ma creava disagio a Vostok, e così ne approfittava a centro pista Urban Cowboy Lg che, con Gervasio Galloso, prendeva la meglio trottando in 1.14.2. Lo stesso Vostok, miracolosamente rimasto di trotto, faceva sua ancora la seconda piazza davanti a Terbio. Bella Di Venere, interpretata da Marcello Vecchione, si imponeva tra i tre anni con lunga progressione partita ai 400 finali, con la quale si permetteva anche di fare passerella finale e concludere a media di 1.14.1. Nella selezione regionale del Palio dei proprietari Zinfandel, con Romano Tamburrano, annullava presto i venti metri di penalità, si presentava su Vayron Stecca dopo un giro e lo superava all'imbocco della piegata finale, involandosi verso il traguardo nonostante una lieve flessione finale. inseguito da Scandalo Font e Tower Di Poggio. Il figlio di Zinzan Brooke Tur di Cosimo Brigante guadagnava un posto nella finale del prossimo mese a Bologna. Nella prova gentleman Zanad Junior Crp, con Graziano Scarano, assumeva il comando e non lo lasciava più, completando il tutto in 1.14.9. In chiusura di pomeriggio Tulum, con Giuseppe De Filippis in sediolo, passava in vantaggio sull'errore di Verdino Jet e controllava agevolmente nel finale, rifinendo il miglio a media di 1.15.5

[Video] ‘La misura del tempo’, cortometraggio della Polizia di Stato
Casarano-Taranto: Recupero, stabilita la nuova data