Altri due festival del teatro a Taranto

Al via i bandi per il Premio città di Taranto e il Premio Majorano

Cultura, musica e spettacolo
22.11.2021 17:51

Tornano a Taranto due festival che coinvolgono il vasto e appassionato mondo del teatro amatoriale ed entro il 5 dicembre le compagnie possono candidarsi. «E’ stata un percorso condiviso con le tante associazioni che operano da sempre sul territorio – dichiara l’assessore alla Cultura Fabiano Marti – e dopo lo stop nell’esecuzione dovuto ai mesi del lockdown, finalmente con la riapertura dei teatri, quest’anno sarà possibile procedere. In presenza con le rappresetnazioni». FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) PUGLIA in coorganizzazione con il Comune di Taranto, (Assessorato alla Cultura e Spettacoli) presentano quindi due nuovi festival che si aggiungono al già ricco cartellone culturale della Città, incentrati sul teatro amatoriale e sul teatro dialettale. Il primo è il Festival del teatro amatoriale - Premio città di Taranto 2022 che si terrà nelle giornate del 7, 13, 28 gennaio e 3 febbraio 2022; il secondo è il Festival del Teatro dialettale amatoriale – Premio Alfredo Majorano 2022 nelle date 4 ,10, 17 e 24 febbraio. I due concorsi avranno luogo sul palco del Teatro Fusco e si concluderanno con una serata di premiazione prevista per sabato 2 aprile. Per partecipare al Premio città di Taranto 2022 è necessario essere una Compagnia o un Gruppo teatrale amatoriale residente nel territorio della città di Taranto, che opera nel settore teatrale in lingua italiana e non si deve aver rappresentato lo spettacolo proposto a Taranto nei sei mesi dalla pubblicazione del bando del festival (fatte salve prove aperte per realizzazione ripresa video). Il Premio Alfredo Majorano 2022 prevede regole simili: la compagine o il gruppo amatoriale dev’essere residente nel territorio della città di Taranto, non devono aver rappresentato a Taranto nei sei mesi dalla pubblicazione del bando lo spettacolo che si intende proporre (sempre fatte salve prove aperte per realizzazione ripresa video), ma devono operare nel settore del teatro in lingua dialettale. La domanda di partecipazione per entrambi i festival deve essere inviata entro e non oltre il 5 dicembre 2021. «La valorizzazione delle realtà amatoriali è una tappa importante nella crescita culturale della città- ha dichiarato l’assessore alla cultura Fabiano Marti. Festival come questi permettono di incentivare le produzioni più piccole e quelle amatoriali, dando loro un palcoscenico importante non solo a livello locale, ma anche regionale e nazionale, senza trascurare come, in particolare con il premio Majorano, l’obiettivo è di portare alla ribalta la cultura linguistica tarantina e il teatro dialettale, troppo spesso messi da parte. Queste realtà, queste piccole compagnie sono le radici su cui si fonda la rinascita della cultura popolare di questa città». Queste invece le parole di Michelangelo Busco, direttore del Teatro Fusco: «I due festival proposti sono un ottimo mezzo per le compagini amatoriali di emergere e mostrare le loro proposte, un modo per ascoltare le voci di giovani e di appassionati, troppo spesso tacciate di non meritare interesse o di non avere valore». E infine il ringraziamento di Annamaria Carella, presidente di Fita Puglia che commenta così «grazie al Comune di Taranto e in particolare all’assessore alla cultura Fabiano Marti, per aver avuto la volontà di riproporre i due Festival dedicati alla prosa in vernacolo e in lingua, confermando l'attenzione al mondo del Teatro Amatoriale e delle Associazioni del territorio incentivando la ripresa delle attività. Fita Puglia anche in questa occasione affida l'organizzazione alla Compagnia Lino Conte. Per informazioni sulla domanda e sulle regole dei bandi visitare le pagine web dedicate sul sito di FITA presso la sezione “Bandi”. (CS)

Risparmia su assicurazione auto/moto 🚗💰🏍 con Assicurazioni Lilla
Taranto: Un albero che profuma di futuro e legalità