Cultura, musica e spettacolo

Teatro: Benedetto Lupo e l'Orchestra della Magna Grecia all’Orfeo di Taranto

Uno dei pianisti più importanti della sua generazione. Primo italiano ad affermarsi al prestigioso Concorso Internazionale ‘Van Cliburn’. Collabora con le più importanti orchestre europee ed americane.

Comunicato stampa
02.12.2019 09:51

Benedetto Lupo
Venerdì 6 dicembre alle 21.00 al teatro Orfeo di Taranto, le musiche di Mozart e Beethoven eseguite dal pianista Benedetto Lupo con l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Giuseppe Bini. In programma il Piano Concerto n. 23 KV 488 di Wolfgang Amadeus Mozart e la Sinfonia n. 7 Op. 22 di Ludwig van Beethoven. Quinto appuntamento con la Stagione orchestrale 2019/2020 dell’ICO Magna Grecia realizzata con il sostegno di Comune di Taranto, Regione Puglia e MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività culturali. Dopo il successo registrato domenica sera al teatro Fusco di Taranto con Anna Maria Sarra e l’Orchestra della Magna Grecia diretta Sàndor Karolyi con arrangiamenti di Sandro Di Stefano (sua, in particolare, l’armonizzazione di due o più brani, fra classica e pop, eseguiti insieme), un altro momento particolarmente atteso all’interno della rassegna che si avvale della direzione artistica è del maestro Piero Romano. Dunque, Benedetto Lupo. Considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, il popolare pianista si è imposto all’attenzione del mondo musicale con l’affermazione nel 1989, primo italiano, al prestigioso Concorso Internazionale “Van Cliburn”. Da qui la collaborazione con le più importanti orchestre europee ed americane su invito di direttori quali Yves Abel, Vladimir Jurowski, Bernard Labadie, Juanjo Mena e Kent Nagano (solo per citarne alcuni). La sua intensa attività concertistica lo vede regolarmente ospite delle principali sale da concerto e festival internazionali fra cui il “Lincoln Center” di New York, la “Salle Pleyel” di Parigi, la “Wigmore Hall” di Londra, la “Philharmonie” di Berlino, il “Palais des Beaux Arts” di Bruxelles, il “Festival di Tanglewood”, il “Festival Internazionale di Istanbul”, il “Festival Enescu” di Bucarest e il “Tivoli Festival” di Copenaghen. Nato a Bari, Benedetto Lupo ha iniziato gli studi musicali nella sua città. Dopo il debutto a tredici anni con il Primo Concerto di Beethoven, si è anche affermato in numerosi concorsi internazionali. Pianista dal vasto repertorio, Benedetto Lupo, è titolare della cattedra di pianoforte nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, ha realizzato registrazioni per numerose radiotelevisioni europee e statunitensi. Particolare ringraziamento dell’ICO Magna Grecia a UBI Banca, e Shell Italia, Fondazione Puglia, Programma Sviluppo e Baux Cucine, che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento. Informazioni e biglietti: Orchestra della Magna Grecia, via Giovinazzi 28 (392.9199935), via Tirrenia n.4 (099.7304422).

Addio a Franco Janich, il ds del Bari che strappò Maiellaro al Taranto
Promozione: Un Ginosa di carattere sfiora l’impresa con la capolista Manfredonia