Serie D

Fasano: Laterza verso la Fidelis Andria, ‘Giochiamoci questo derby a mille’

La conferenza stampa di mister Laterza in vista di Città di Fasano-Fidelis Andria

Redazione
26.10.2019 11:55

di Cristina Mariano

Il Città di Fasano di mister Laterza è chiamato ad una grande sfida, quella contro la Fidelis Andria. I leoni arrivano dalla sconfitta contro il Gladiator di Pasquale Borrelli. Dente avvelenato anche per la Fidelis Andria, anch'essa reduce da un KO, quello contro il Grumentum Val D'Agri.

"Sappiamo che contro la Fidelis sarà una partita importante, contro una squadra costruita bene in estate e che, anche se si dice sia partita male, è a soli quattro punti dalla vetta!" - Parole emblematiche per il tecnico Laterza che non ha nessuna voglia di sottovalutare la sua avversaria. Una squadra che alterna risultati positivi a negativi, ma che attualmente si trova al nono posto in una classifica molto corta.

“Vogliamo riprendere subito il nostro cammino dopo la sconfitta di domenica scorsa contro il Gladiator - continua il mister biancazzurro - la prestazione è stata buona, peccato non sia arrivato il risultato e per questo abbiamo un po’ di amaro in bocca. La squadra sta bene e ci giocheremo questo derby a mille. Mi aspetto una bella partita, la Fidelis giocherà come noi a viso aperto e quindi si creeranno tanti spazi e per questo motivo ne beneficerà lo spettacolo. Pedicone? È un ragazzo molto promettente e con ottime qualità. Il Fasano ha fatto bene ad investire su di lui perché ha tutte le carte in regola per sfondare. Come ogni ragazzo della sua età ha bisogno di tempo e pazienza, bisogna andare con i piedi di piombo ma a me fa sempre piacere quando viene data la possibilità a elementi molto giovani di giocare".

In quanto agli infortunati: "Schena è recuperato al 100%. A parte Bernardini, alle prese con il recupero dal suo infortunio, e Zito, reduce da uno stiramento, siamo tutti a disposizione e della partita”.

Taranto-Gladiator: Sfida numero 4 in riva allo Ionio
Brindisi: Olivieri, 'Non vinciamo da tre turni, mi dà fastidio'