TARANTO

Taranto: Ecco tutta la verità sul campo B dello ‘Iacovone’

Il terreno di gioco sarà omologato solo per il calcio, con la predisposizione per il rugby

22.11.2019 11:43


Dopo aver effettuato le indagini necessarie, Blunote è pronta a raccontarvi tutta la verità sul campo B dello "Iacovone". Partendo dalle origini. Il bando di gara pubblicato nell'agosto del 2018 prevedeva la ristrutturazione dell'impianto con la creazione di un campo destinato solo al calcio. Quando la Merico Srl di Poggiardo si è aggiudicata la gara, ha inserito nel contratto, a titolo gratuito, la possibilità di predisporre il terreno anche per il rugby. Per ottenere l'omologazione dalla Lnd, quindi la possibilità di disputare partite di calcio fino alla Serie D, sull'erba sintetica non possono essere tracciate altre linee, se non quelle strettamente legate al calcio. In caso contrario, il terreno subirebbe un inevitabile declassamento. Una eventuale manifestazione legata al rugby deve essere autorizzata dal Comune di Taranto, ma i costi di gestione sarebbero a carico di chi organizza. Costi di gestione di non poco conto se si considera che oltre al montaggio/smontaggio delle porte bisognerà tracciare le linee con una vernice ad acqua che successivamente dovrà essere cancellata. Insomma, siamo sempre al punto di partenza: sport come rugby, football americano e baseball meritano di essere sullo stesso piano del calcio. Per gli sforzi profusi da chi li gestisce e dei ragazzi che si avvicinano a queste discipline con passione ed entusiasmo. All'amministrazione attuale, ma anche a quelle future, chiediamo l'individuazione di siti dove far sorgere nuove strutture o la ristrutturazione di quelle già esistenti. Taranto ha da affrontare problematiche più importanti, per carità, ma lo sport è uno dei pistoni del motore che fa girare una città...

BLACK FRIDAY ANTICIPATO per i lettori di Blunote: 15% in meno e spedizione gratuita su tutto l'abbigliamento sportivo!
Sorrento: Il ds Amodio, 'Bitonto tosto, ma noi siamo in salute...'