CRONACA

Taranto: Cgil, Cisl, Uil ‘Misure efficaci contro atti vandalici ArcelorMittal’

Comunicato stampa
06.09.2020 18:57

Cgil Cisl Uil territoriali condannano con forza l’ennesimo atto criminoso, ultimamente perpetrato a danno di otto lavoratori dipendenti presso lo stabilimento siderurgico ex Ilva, le cui auto in sosta presso la portineria imprese sono andate a fuoco o danneggiate gravemente, per presumibile atto doloso. Nell’esprimere solidarietà e vicinanza ai lavoratori colpiti e alle rispettive famiglie, si segnala come tale vile attentato segua, purtroppo, una serie di precedenti casi analoghi di volta in volta denunciati dalle Federazioni di categoria dei metalmeccanici, con specifico esposto e richiesta di incontro, inoltrato a Prefettura, Questura ed Asi e di cui si auspica una convocazione ad horas. Cgil Cisl Uil, nel confermare la propria fiducia alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura, che saranno in grado di individuare i rei dell’ignobile gesto, rilanciano l’appello a tutte le Istituzioni, in primis al Prefetto di Taranto, affinché si facciano carico con specifico coordinamento di questa vera e propria emergenza sociale, che si consuma in una sorta di zona franca rispetto alla quale neppure ArcelorMittal può considerarsi neutrale, fermo restando che da troppo tempo, nonostante le forti sollecitazioni sindacali, non si riesce a comprendere chi abbia la titolarità delle aree in questione. Cgil Cisl Uil, frattanto, chiedono che si intervenga con delimitazioni e controlli serrati delle vaste aree dedicate a parcheggio auto dei dipendenti exIlva, dotandole di illuminazione consona, programmando pattugliamenti ricorrenti delle Forze dell’Ordine – Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Locale, Vigilanza privata – e/o servizi specifici di custodia e sorveglianza o video sorveglianza, particolarmente nelle ore serali, anche a garanzia dell’incolumità fisica di tutti i lavoratori, diretti, dell’indotto e dell’appalto occupati nello stabilimento AM e come prevenzione di danneggiamenti, furti o vandalismi alle loro auto in sosta. I Segretari generali territoriali Paolo Peluso (Cgil), Antonio Castellucci (Cisl), Giancarlo Turi (Uil) chiedono, per quanto esposto, al Prefetto Dott. Demetrio Martino, la convocazione del comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica ed un intervento urgente per sollecitare un coordinamento strutturato di tutti gli interventi auspicati, affinché gli atti vandalici sopra richiamati non si ripetano più. (CGIL CISL UIL)

Brindisi: Mercato, ingaggiato un centrocampista under
ArcelorMittal: Fiom, ‘Governo grande assente nella vertenza‘