Ex Ilva: Sindacati, ‘Tempo scaduto, sciopero il 20 luglio’

CRONACA
10.07.2021 10:44

I sindacati metalmeccanici dichiarano "tempo scaduto" per Acciaierie d'Italia e proclamano uno sciopero per la giornata del 20 luglio. Lo si legge in una nota di Fiom, Fim e Uilm. L'incontro al Ministero dello Sviluppo Economico - scrivono - non ha fornito nessuna risposta sia per le questioni inerenti le prospettive industriali ed occupazionali sia per la gestione ordinaria del gruppo siderurgico e del suo importantissimo e strategico sistema di appalti da parte dell'azienda. I sindacati indicono a partire da lunedì 12 luglio le assemblee unitarie in tutti gli stabilimenti e siti e proclamano lo sciopero per il 20. "Il tempo delle "non decisioni" è scaduto, affermano i sindacati che sottolineano come l'assenza di un piano di manutenzioni degli impianti per assicurare la sicurezza dei lavoratori e la messa a norma degli impianti sia "inaccettabile" come l'assenza della presentazione del piano ambientale. Per i sindacati è inaccettabile " il mancato ripristino di un adeguato livello di relazioni sindacali con le organizzazioni territoriali e le Rsu" e la "gestione inappropriata della cassa integrazione" senza la condivisione delle modalità e dei numeri dei lavoratori. E' considerata inaccettabile anche "la mancata definizione di un percorso di reintegro in Acciaierie D'Italia dei lavoratori in Amministrazione Straordinaria". (ANSA).

Commenti

Tragico schianto nel Salento, un morto e cinque feriti
Taranto: Bando Case a 1 euro, scadenza prorogata al 15 luglio