VOLLEY

Volley C/M: VTT Comes, ds Iurlano ‘Spero che la Coppa Puglia porti nuovi stimoli’

Comunicato stampa
28.01.2020 17:46

Franco Iurlano, direttore sportivo della VTT Comes Taranto
Ko pesante quello subito dalla VTT Comes sabato scorso con Galatone, che il ds Fabio Iurlano commenta così: “Quella scorsa è stata una settimana difficile per via di tre infortunati, tra cui Cofano che per problemi alla spalla non è stato convocato. Le numerose assenze per motivi lavorativi non ci hanno permesso di lavorare come avremmo voluto. Non abbiamo affrontato nel migliore dei modi la partita con un avversario che si è confermato di buon livello e che da subito ci ha messo molta pressione, tanto che siamo stati praticamente sempre in svantaggio. Il terzo set lo abbiamo ripreso alla fine grazie ad alcuni errori dei salentini, mentre nell'ultimo ci si aspettava una reazione che non c’è stata. Sembrava che le forze fisiche si fossero esaurite e che la testa non ci fosse più. Poi, ci si sono messi alcuni episodi dubbi e qualche scaramuccia in campo”.

COPPA PUGLIA: “Ormai la gara con il Galatone è andata: bisogna pensare alla sfida di sabato pomeriggio, in Coppa Puglia con il Taviano, formazione fortissima e capolista nel gruppo A. Questa manifestazione ci ha sempre visto protagonisti anche se manchiamo da qualche anno. Sarà durissima, ma non ci fasciamo la testa. Taviano ha il nostro ex D’amicis e un forte opposto alto più di due metri che ha giocato anche in serie A. Un organico per salire, anche se ritengo che Molfetta sia un po’ più completa".

LA SETTIMANA: “Ci attende una settimana molto impegnativa per via del ko subito sabato scorso. Dobbiamo recuperare testa e concentrazione sperando che la coppa porti quegli stimoli mancati nelle ultime due gare. Bisogna allenarsi tantissimo: i ragazzi sono esperti e devono dare tutto spronando i più giovani, cosa che sabato scorso è mancata. Ci si deve allenare con concentrazione e sacrificio per arrivare alla gara di Taviano convinti di poter far bene. Sia in caso di vittoria che di sconfitta dovremo uscire dal campo a testa alta e non come con il Galatone. In caso di ko l’avversario va applaudito”.

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
[Video] Taranto: Da D’Agostino al caso Kosnic, parla De Santis