Basket B/M: Ad Maiora Taranto, Palagiano ‘Successo voluto e meritato’

Il coach tarantino analizza la gara con Salerno, per le sue giocatrici solo applausi

Coach Fabio Palagiano
BASKET
30.04.2021 01:04

(Di Ilaria Petruzzi) “È stata una partita emozionante. Sono contento della mia squadra, nonostante gli acciacchi ha stretto i denti e ha tenuto duro fino alla fine. È un risultato in cui speravo all’inizio. Abbiamo battuto la squadra che secondo me rappresenta la prima forza del campionato, non avevano ancora perso. Manteniamo l’imbattibilità in casa da tre anni. Siamo una squadra che lavora forte e siamo stati bravi a giocare fino alla fine”. Queste le parole del tecnico rossoblu Fabio Palagiano al termine del successo contro Salerno. Le sue ragazze sulla carta partivano di poco sfavorite, ma quante volte si è detto che il motto di queste leonesse è proprio “scoraggiarsi mai”? Alle 22, o poco prima, di un comune mercoledì sera in piena pandemia, un ruggito ha squarciato l’aria silenziosa e desolata di una città avvolta nel coprifuoco. Ebbene sì, ad urlare e saltare nel cerchio di centrocampo c’erano proprio loro: le ragazze ioniche del team Ad Maiora Basket Taranto. Festa grande in un Palamazzola vuoto di persone, ma non di emozioni. Perché nel palazzo più importante della città le emozioni non mancano mai e questa ormai diventa sempre più una certezza. Lo conferma l’imbattibilità in casa, che dura da ben tre anni, del sodalizio femminile tarantino. Per queste ragazze a fine gara ci sono solo applausi provenienti dal cuore, un cuore rossoblu sempre più vicino alla vetta e con nessuna motivazione valida per scendere. Una partita dal finale al cardiopalma, vietata ai deboli di cuore. Qualche errore di troppo al tiro libero costringe a rimandare la festa per la vittoria alla sirena finale. Eppure, mentre le tarantine toccavano il massimo vantaggio di 14 lunghezze sulle avversarie, nel palazzetto si andava diffondendo l’idea di una sempre più fattibile vittoria. Qualcosa dopo si è allentato e per Salerno di mollare non se ne parlava proprio… “La stanchezza e la paura di vincere ci hanno portato ad avere qualche tensione. È normale che Salerno abbia pressato e cercato di recuperare punto dopo punto. Noi siamo state lucide nelle ultime situazioni di gioco, nonostante i tanti errori ai tiri liberi poi quelli decisivi si sono infilati nella retina”. Nel finale un vero e proprio botta e risposta ai tiri liberi scandito dai tanti fischi arbitrali, alcuni un po’ dubbi… “Secondo me non ha influito sul risultato. In questo tipo di partite punto a punto è normale che gli arbitri possano commettere degli errori. Tutto sommato, credo che la partita non sia stata decisa dalle decisioni arbitrali quanto dalla nostra bravura a essere sempre in vantaggio. Penso che questo successo sia meritato”.

Commenti

EccPuglia: Gallipoli, esonerato il tecnico Toma
Basket B/F: Ad Maiora Taranto, Lacitignola ‘Al Palamazzola non si passa’