Serie C

Serie C: Catania, Pellegrino ‘Situazione difficile, troppi debiti’

‘Lavoriamo per salvare la matricola, ma non vogliamo illudere nessuno’

19.05.2020 16:44

Maurizio Pellegrino, foto Globus Magazine

"La matricola del Catania è la storia della città, racchiude famiglie intere. C'è un trasporto e una passione che va oltre l'aspetto calcistico. Chi non capisce questo non può capire gli sforzi necessari per salvarla. Stiamo continuando a lavorare con tutte le nostre forze, ma bisogna essere chiari e trasparenti: la situazione non è facile visti i debiti. Abbiamo dato ampie garanzie per arrivare a una manifestazione. Mercoledì costituiremo una SpA con un capitale sociale da cinque milioni di euro, poi inizierà la trattativa vera e propria. Si parla di speranza perché la situazione è delicata, non bisogna illudere nessuno. Stiamo lavorando con la consapevolezza che è molto difficile. I tempi sono strettissimi". 

TORRE DEL GRIFO "Si tratta di un impianto straordinario, Torre del Grifo è il Catania. Per il club è una grande risorsa, ma fin quando non si hanno determinate certezze resta un'incognita. Scinderlo o meno dall'acquisto della società non è di fondamentale importanza, quello che conta è salvare la matricola e dare continuità alla società. Abbiamo pronto un piano di rilancio, strutturato in lungo e in largo ed è una cosa seria. C'è in mente un progetto sportivo come mezzo trainante, ma mi piacerebbe valorizzare anche il nostro territorio che ha delle capacità straordinarie". Così Maurizio Pellegrino, rappresentante insieme a Fabio Pagliara del Comitato al lavoro per l'acquisizione del Catania, a gianlucadimarzio.com.

Lnd: Cosimo Sibilia, ‘Coronavirus causerà una ecatombe’
Taranto: Covid, Fp Cgil ‘Lavoratori comunali sono preoccupati’