Puteolana: Mennitto e Ciaramella, ‘Con la Fidelis per onorare Vanacore’

Serie D
27.03.2021 21:41

La Puteolana domani affronta la Fidelis Andria al Domenico conte di Arco Felice con fischio d'inizio alle ore 15:00. Alla vigilia parola al tecnico Ciaramella e ds Mennitto. Ds Mennitto - "Dobbiamo trasformare in determinazione e voglia la sconfitta contro il Sorrento. Siamo affamati e lo faremo vedere con la Fidelis Andria. Nel calcio c'è bisogno di sacrificio, ma soprattutto equilibrio. Spesso si abusa del termine "gara decisiva". Sappiamo che c'è una partita importante, ma non decisiva. Io credo che la strada intrapresa sia quella giusta. Mercato completo? Con Bellante e Ragosta, l’allenatore ha dalla sua due freccie in più. Abbiamo consegnato a Ciaramella due uomini che esaltano le qualità della squadra e che sono congeniali al nostro modo di giocare". Divisa dedicata a Vanacore: "Volevamo omaggiare al meglio un'alteta e un uomo eccezionale. Ben voluto, era l'amico di tutti. Il dolore di questi giorni è una testimonianza diretta". Ciaramella: "Veniamo da una sconfitta che ha lasciato il segno soprattutto perché avremmo meritato di più. L'episodio sul calcio d'angolo sicuramente ci ha penalizzato. I ragazzi vengono da tre prestazioni importanti, la squadra è più sicura. Con la Fidelis Andria serve una grande prestazione. La squadra ha tempo e capacita per tirarsi fuori dalla zona bassa della classifica. Dobbiamo assolutamente unirci per la partita con la Fidelis e regalare una gioia ai nostri tifosi. Per dare una svolta c'è bisogno di portare a casa tre/quattro risultati utili consecutivi". Indisponibili: "L'unico è Sardo, per il resto sono tutti arruorabili. Anche i nuovi acquisti possono dare quel qualcosa in più per raggiungere l'obiettivo". Vanacore: "È importante ricordare e omaggiare una persona come Antonio, che ho conosciuto anni fa e ha sempre avuto una parola buona e di conforto per tutti". (Comunicato stampa)

Commenti

Assegno unico figli: Lacarra, ‘PD ha vinto una delle più importanti battaglie’
Taranto inedita e suggestiva, Taranto ‘Terra dei fiumi’