CRONACA

Taranto dovrà smaltire rifiuti indifferenziati della Calabria

Verdi area jonica ‘Scelte sbagliate degli altri non devono ricadere sulla nostra Provincia’

Comunicato stampa
20.05.2020 21:54

Apprendiamo da fonti giornalistiche la notizia che ieri, 19 maggio 2020, la Giunta Regionale Pugliese ha approvato una delibera in cui si autorizza lo smaltimento nella nostra provincia di Taranto di rifiuti indifferenziati prodotti in Calabria. Si parla di circa 600 tonnellate di rifiuti a settimana che saranno conferiti fino al 30 giugno nella discarica Cisa di Statte e Manduria Ambiente di Manduria. Nella delibera si legge che i conferimenti dovranno rispettare i limiti delle capacità delle strutture autorizzate ed evitare l’insorgere di situazioni di emergenza nella gestione dei rifiuti prodotti in Puglia: prescrizioni che hanno il sapore di una beffa, viste le autorizzazioni di ampliamento date in passato alle due discariche in questione. Come cittadini e come ecologisti esprimiamo il nostro totale dissenso nei confronti di questa scellerata decisione: la provincia di Taranto già compromessa dal punto di vista ambientale, non si può, ancora una volta, sacrificare per le scelte sbagliate, di altri territori, nella gestione dei rifiuti. Come Verdi della provincia di Taranto siamo convinti e ribadiamo che l’unica soluzione possibile per una corretta gestione dei rifiuti è la politica dei “rifiuti zero” ideata da Paul Connet e praticata in diverse regioni virtuose. (I Co-portavoce dei Verdi per la Provincia di Taranto Elvira Sebastio e Gregorio Mariggiò, Co-portavoce dei Verdi per la Regione Puglia Fulvia Gravame)

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Agricoltura: I fondi a disposizione per il comparto florovivaistico