Giovanili

Diavoli Rossi: Sfortuna Simone Nardò, da dicembre senza calcio

Comunicato stampa
09.05.2020 18:58


E’ stata una stagione sfortunata, per via di un infortunio durato circa due mesi, quella di Simone Nardò, attaccante classe 2006 dei Giovanissimi dei Diavoli Rossi: “Siamo in casa da tanto e non mi aspettavo uno stop così lungo. Non gioco da dicembre dato che sono stato ingessato per circa due mesi dopo l'infortunio. In campo avevo modo di distrarmi, mi manca molto”.

L’INFORTUNIO: “Sono stati sessanta giorni durissimi, costretto a convivere il gesso, ma l'ho superato. Ero pronto per tornare per aiutare i compagni, purtroppo il coronavirus non me ne ha dato la possibilità. Non vedo l’ora di riprendere perché ho cominciato a giocare a calcio a sei anni".

BILANCIO: “Ci siamo allenati con il massimo impegno sin dalla preparazione estiva. Lo staff è molto preparato e il terzo posto è un buon risultato, anche se avremmo potuto fare qualcosina di più”.

NARDO’: “Sono un attaccante e voglio provare a realizzare il mio sogno: so che è difficile, ma allenandomi con impegno ce la posso fare. Il mio futuro immediato si chiama Diavoli Rossi”.

SOCIETÀ: “Alle spalle ho un club di primo livello con allenatori preparati. Poi ci sono i dirigenti, tra cui il dg Trombetta e Amo, che mi sono stati vicino durante l’infortunio, così come compagni e amici che militano nella categoria Allievi”.

Taranto: 5 giugno 1983, una delle partite più drammatiche
Ripresa campionati di calcio: Spadafora, ‘Nelle prossime ore il parere del Cts’