1a Categoria

Talsano Taranto: Si torna al ‘Renzino Paradiso’ per domare la Leonessa

Comunicato stampa
01.02.2020 17:49


Dopo una settimana di stop forzato, con la pausa imposta dal calendario per il ritiro anticipato del San Marzano, il Talsano Taranto torna in campo. I biancoverdi affronteranno, domenica 2 febbraio alle 15.30 al "Renzino Paradiso" la Leonessa Erchie: gara assolutamente da non sottovalutare, nonostante la penultima posizione in classifica degli avversari, che in campionato hanno finora ottenuto 9 punti, frutto di una vittoria, sei pareggi e dieci sconfitte. Nell'ultimo turno, i salentini hanno perso solo di misura in casa (0-1) contro il forte Polimnia, dimostrando di essere una squadra in forte crescita e piena di elementi validi per la categoria. D'altra parte, la distanza dalla salvezza diretta è di appena quattro lunghezze, le stesse che separano l'Erchie dalla Tre Colli Montemesola. In casa Talsano, invece, la sosta ha consentito ai biancoverdi di intensificare gli allenamenti ed assimilare le novità tattiche di mister Giacomo Pettinicchio, che sta inserendo gradualmente i nuovi Cellamare e Crupi nello scacchiere tattico, che garantiscono diverse soluzioni e maggiore imprevedibilità. Per i tarantini la gara contro la Leonessa è anche un'occasione per accorciare dalle prime, alla luce dello scontro diretto tra l'Alboris Belli e il Massafra e della difficilissima trasferta della capolista Locotorondo in casa del Ceglie, che quest'anno tra le mura amiche ha ceduto il passo soltanto in una circostanza (alla sesta giornata contro il Polimnia). “Stiamo recuperando tutti gli elementi – commenta il presidente Giuseppe Fornaro – e cercheremo di essere competitivi per le primissime posizioni fino a fine torneo. Contro l’Erchie mi aspetto il solito calore del nostro pubblico e, in particolar modo, della Brigata Biancoverde che ci sostiene sin dagli albori di questo torneo”.

 

Brindisi: Ciullo sbotta, ‘Adesso mi sono proprio rotto le palle’
Sorrento: Maiuri avverte i suoi, ‘Taranto squadra pericolosa’