Serie D

Nocerina: Curva Sud Nuvkrinum, ‘Basta mediocrità, Maiorino vattene’

Lo zoccolo duro della tifoseria rossonera contro il presidente

Comunicato stampa
24.06.2020 14:40


UNA SOCIETA’ ANTICA, GLORIOSA, ED AMATA COME LA NOCERINA CALCIO 1910 HA IL DOVERE CATEGORICO DI ONORARE E DIFENDERE SEMPRE AL MEGLIO IL PROPRIO NOME, RISPETTANDONE IL RANGO, IL LIVELLO E LA CARATURA CHE HANNO DISTINTO LA PROPRIA STORIA. LA MAGLIA ROSSONERA DEI MOLOSSI E’ SACRA, MA INVECE ORMAI, ANNO DOPO ANNO, VIENE SEMPRE PIU’ SVILITA ED INFANGATA DA INCAPACITA’, INESPERIENZA, MANCANZA DI PROGRAMMI E DI CAPITALI, FALSE PROMESSE, INTERESSI PERSONALI. LA TOLLERANZA DEL PASSIONALE POPOLO ROSSONERO E’ GIUNTA ORMAI ALLA PAROLA FINE. UN’ EMERGENZA PUO’ DURARE QUALCHE ANNO, MA QUANDO POI DIVENTA LA REGOLA, LA CONTINUITA’ VA A SNATURARE E DETURPARE QUELLA CHE E’ L’ONORATA TRADIZIONE DI UNA CASACCA ULTRACENTENARIA. LA NOSTRA AMATA NON DEVE E NON PUO’ PIU’ ESSERE OSTAGGIO DI TANTA MEDIOCRITA’, IMPROVVISAZIONE, INADEGUATEZZA. 110 ANNI DI GLORIOSA STORIA RIDOTTI AD ESSERE UN TIROCINIO DI ASPIRANTI PRINCIPIANTI. CHI NON E’ IN GRADO DI DARE SERIETA’, IMMAGINE, PROFESSIONALITA’, ORGANIZZAZIONE, COMPETENZA, PROGETTUALITA’ IN MODO DECOROSO A QUESTO CLUB, DEVE ANDARE VIA SUBITO E AD OGNI COSTO. MEGLIO ASPETTARE TEMPI E PERSONAGGI MIGLIORI CHE CONTINUARE A COPRIRSI DI RIDICOLO IN UN CONTINUO ED IMBARAZZANTE DEGRADO DI QUELLO CHE FU DELLA STORIA DEI GLORIOSI ED ONORATI MOLOSSI. OGGI PIU’ DI IERI, MAIORINO VATTENE”.

Musica: Magna Grecia Festival incontra natura e fascino di Taranto
Teatro Pubblico Pugliese: ‘Periferie al Centro‘, si riparte