Serie D

Fidelis Andria: Il ds De Santis, 'In quest'avvio ci aspettavamo di più'

Il dirigente dei baresi a Blunote: 'Brindisi? E' una squadra, temo il gruppo'

Alessio Petralla
04.10.2019 11:54

A commentare il cammino della sua Fidelis Andria, in vista della delicata sfida con la capolista Brindisi, a Blunote, è il ds Vincenzo De Santis: “Il nostro avvio stagionale non è stato proprio positivo: ci aspettavamo di più. Commettiamo sempre gli stessi errori subendo dei gol evitabili. Comunque siamo in crescita”.

MERCATO: “In rosa ci sono ventitre calciatori più Catalano che ha finito la stagione. Se troveremo un under lo sostituiremo altrimenti resteremo così fino a dicembre”.

LA SETTIMANA: “Mentalmente e fisicamente il gruppo sta bene. Fatta eccezione, come detto, per Catalano che è out i ragazzi si allenano al massimo cercando di migliorare la fase difensiva”.

IL BRINDISI: “Rispecchia questo campionato: è una squadra fisica che lotta su tutti i palloni. Se ha conquistato più punti di tutti è perché ha fatto più delle altre…”.

LA GARA: “Mi attendo una partita maschia. E’ un derby sentito in cui tutti vorranno fare bella figura. Sfida tosta e fisica in cui serviranno cuore e sacrificio”.

LE INSIDIE: “Il Brindisi è una squadra e perciò temo il gruppo. Sono umili e corrono tanto”.

IL CAMPIONATO: “E’ vero che il Cerignola ha perso delle partite ma è pur vero che ne ha giocate sei ravvicinate: considerando ciò ci può stare. A nessuna formazione mancano i valori tecnici: anche il Nardò che ha zero punti se la sta giocando con tutti”.

Si ringraziano:

Brindisi: Merito, 'Non ci aspettavamo il primato ma ce lo godiamo'
Il Nuovo Territorio non si ferma mai, ecco le prime novità invernali