BASKET

Basket C Gold: Valentino Castellaneta, avvio di campionato horror

Comunicato stampa
22.10.2018 07:05

Derby a senso unico quello andato di scena al Palafiom per la terza giornata di serie C Gold. Il Cus Jonico Taranto scappa via già nel primo periodo, e i biancorossi sono costretti ad inseguire per tutto il match, arrivando massimo fino al -5, senza quindi mai impensierire seriamente i padroni di casa . Valentiniani ancora rimandati, dopo un' altra prestazione negativa che costa la terza sconfitta in altrettante gare, per una classifica già bruttissima.

CRONACA - Ancora un avvio a ritmi bassi dei valentiniani, con Taranto che già dopo tre minuti si porta sul +10 (14-4) grazie ad un sontuoso Simaitis. I biancorossi provano a scuotersi con Angelini e Petraitis, ma Taranto va sul +12 (20-8) entrando ancora troppo facilmente nell' area biancorossa. Provano ancora ad avvicinarsi gli ospiti, ma  la tripla di Giovara permette a Taranto di scappare via in un primo periodo che si chiude sul 26-12.

Castellaneta prova a riavvicinarsi trascinata da Petraitis, trovando il -9 (28-19) dopo due minuti. È ancora la guardia lituana a trascinare gli ospiti, poi Carucci trova il tap-in che scrive il -8 (38-30) al sesto. Continua silenziosa la rimonta, con Resta che dall' angolo trova la tripla del 40-35, illudendo i tifosi biancorossi giunti in massa al Palafiom. I tarantini piazzano un break di 7-0 ma un' altra tripla del capitano chiude i primi due quarti sul 46-38, con Castelleneta ancora in vita.

Al ritorno dagli spogliatoi dopo cinque minuti ospiti ancora a secco, e il break dei padroni di casa li porta sul +16 (54-38), in una avvio di terzo periodo da far sanguinare gli occhi agli amanti della bella pallacanestro. Il canestro per i biancorossi diventa una vera e propria visione onirica, e Taranto scappa via chiudendo il terzo periodo avanti di 18 con Baraschi: 64-46 il punteggio al '30.

Dunque il quarto periodo è ormai una formalità, con gli ospiti che ormai hanno gettato la spugna, come nelle ultime due gare del resto. Menzione particolare da fare per Carucci, l' unico a sbattersi fino alla fine, meritando gli unici applausi della serata. Nel finale sono Gaudiano e proprio il classe '99 valentiniano a rosicchiare qualche punto, e rendere quindi meno amaro il parziale: 84-70 il punteggio finale segnato dal tabellone.

Un avvio di campionato da horror quello del team di coach Leale, ancora insufficiente in ogni fase di gioco. Bisogna cambiare, e alla svelta, perché ogni gara ora inizierà a pesare sempre di più, e il margine di errore sarà sempre più ristretto. A partire già da domenica, con i biancorossi che ospiteranno la NP Ceglie, in una classica che vedrà i brindisini desiderosi di rivalsa dopo i play-off della passata stagione. 

CUS JONICO TARANTO 84-70 ROSPETTO.COM CASTELLANETA 

TARANTO: Martignago, Tabbi 10, Bitetti, Simaitis 27, Dusels 23, Giovara 10, Pannella, 1 Massagli, Baraschi 8, Mastropasqua 5. Coach Caricasole.

CASTELLANETA: Moliterni 5, Clemente 2, Ljoljic 4, Resta 6, Angelini 4, Picaro, Gaudiano 12, Cassano 6, Petraitis 22, Carucci 9 . Coach Leale.

Parziali: 26-12 (26-12); 46-38 (20-26); 64-46 (18-8); 84-70 (20-24).

Arbitri: Ranieri (BA) e Lequile (LE).

Usciti per falli: Tabbi, Bitetti, Giovara (T), Cassano (C). Doppio antisportivo a Cassano (C), tecnico a Dusels (T).

Note: spettatori 600 circa con nutrita rappresentanza ospite.

Ippica: I tre ippodromi pugliesi chiedono intervento dell’on. L’Abbate
Futsal C1/M: Azzurri Conversano forza 8, steso Brindisi al Pineta