TARANTO

Molfetta: Tenneriello, 'Giocare allo 'Iacovone' per noi è una festa'

Alessio Petralla
27.03.2018 14:03

Bisogna onorare il finale di campionato: lo sa benissimo uno dei perni della Sporting Fulgor Molfetta, prossima avversaria del Taranto, Manuele Tenneriello che, a Blunote, presenta la sfida di giovedì: “La nostra situazione è sempre la stessa: andiamo in campo per cercare il risultato nonostante la classifica sia precaria e la situazione difficile”.

PREPARAZIONE: “Ci alleniamo con concentrazione e intensità. Per noi giovedì è una sorta di festa, un motivo d’orgoglio giocare allo “Iacovone”. Ci prepariamo tranquillamente sapendo che giocheremo in uno stadio importante”.

IL TARANTO: “Quest’anno non ho seguito molto i rossoblu, ma mi aspettavo si trovassero più in alto in classifica. Conosco Favetta, ottimo calciatore, ed è quello che mi fa più paura. Poi, attenzione all’esperienza di Miale”.

LA GARA: “Nel calcio non si sa mai, se gli ionici dovessero sottovalutarci cercheremo di sfruttare le occasioni. Dobbiamo restare concentrati e sperare che loro si rilassino”.

IL CAMPIONATO: “Da parte della mia squadra non mi aspettavo questo tipo di classifica visto che non eravamo partiti malissimo. Strada facendo sono stati commessi degli errori: a dicembre la squadra andava rinforzata. Non mi aspettavo un Potenza così straripante: la promozione, in questo campionato difficile, possono buttarla via solo loro. Cerignola e Taranto se la sarebbero potuta giocare fino alla fine, ma i lucani hanno tenuto un passo impressionante”.

AMBIENTE: “A Taranto ho giocato tre volte: due con la maglia del Marcianise, una con quella del Pomigliano. Lo stadio era sempre pieno e mi aspetto un buon pubblico anche se giovedì è un giorno feriale. Gli ionici devono, ancora, giocarsi i play off. Per noi è un grande palcoscenico e calcare quel campo sarà stimolante”.

 

Commenti

De Gennaro: ‘La Sporting Fulgor ha una gestione da oratorio...’
[Video] Studio 100: 100 Notizie Sport del 27/03/2018