Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Basket/B: Putignano, "Schierare Chiacig era un rischio grosso"

Martedì 8 Novembre 2016 11:38 in BASKET 139 Comunicato Stampa

“Belli a metà”. Questo il titolo con cui coach Putignano contrassegna la sconfitta della Pu.Ma. Trading Taranto contro la Xl Extralight Montegranaro domenica scorsa al PalaMazzola. Partita dai due volti, con i primi due quarti al limite della perfezione da parte del Cus Jonico, nonostante la grave assenza ancora di Chiacig. Poi dopo l’intervallo, a cavallo degli ultimi due quarti quel break micidiale di 20 punti a favore della Poderosa che ha segnato la partita rendendo vano anche il tentativo di rimonta finale cussina. “Fino a quando siamo riusciti a tenere sotto controllo una squadra completa come Montegranaro siamo stati in partita – analizza il tecnico di Ostuni - quando loro hanno approfittato di qualche distrazione nostra, soprattutto a rimbalzo, dove obiettivamente erano anche più grossi, ci siamo un attimo disuniti salvo recuperare brillantezza nell’ultimo quarto ma non siamo riusciti a riaprire del tutto la partita”.

Impossibile non pensare a cosa sarebbe stata la partita con un Chiacig abile e arruolabile. Putignano spiega la scelta: “Eravamo di fronte ad un bivio importante: far giocare Roberto con oltre una ventina di partite ancora da affrontare era un rischio troppo grande che non mi sono sentito di prendere. Logicamente la sua assenza si sente a rimbalzo, in area pitturata ed in generale nella gestione di alcuni momenti delicati. Ma tutti si sono impegnati per far sentire meno la sua mancanza e in parte ci siamo riusciti. Dovevamo essere perfetti per 40 minuti, non lo siamo stati ma tutti si sono impegnati, il risultato è ingiusto nello scarto ma bisogna riconoscere che Montegranaro è squadra da alta classifica”.

Due sconfitte consecutive non sono facili da digerire ma il tecnico rossoblu non si rammarica più di tanto: “Restano tante cose positive perché siamo consapevoli di quello che stiamo costruendo, dai giovani ai meno giovani. Ora dobbiamo velocemente metabolizzare i due ko, con una buona settimana di allenamento e preparare al meglio la prossima gara a Campli”.

Nella foto, un time out della gara con Montegranaro (ph. Aurelio Castellaneta)