CRONACA

Ex Ilva: Intervento di Massimo Giove su visita Di Maio a Taranto

Comunicato stampa
27.04.2019 16:09

“Ho ascoltato con molto interesse la risposta del Ministro Luigi Di Maio al direttore di Studio 100 Walter Baldacconi, nel corso della conferenza stampa” così l’imprenditore Massimo Giove che aggiunge: “Era giusto sollevare il problema delle numerose imprese tarantine che avanzano crediti dallo Stato per lavori già effettuati per ILVA in amministrazione straordinaria. Le stesse aziende sono in crisi determinando un effetto domino negativo per i lavoratori delle stesse. Davvero ci troviamo ad aver ricevuto, come tarantini, oltre che danni, una mostruosa beffa da parte dei Governi che insistono con l’affermare di voler dare una svolta al problema Taranto comportandosi poi, come in questo caso, in maniera contraddittoria. Ora il Ministro Di Maio ha preso degli impegni precisi e noi come imprenditori ci attendiamo che nella prossima visita già annunciata per il 24 giugno, ci siano già i segni effettivi (pagamenti) di una svolta comportamentale. A tal proposito si propone al Governo di pensare anche a forme alternative di compensazione di questi crediti quali, per esempio, quello del credito d’imposta.” “Già questa città ha pagato e tanto dal punto di vista sanitario e ambientale questa presenza industriale, sarebbe assurdo – conclude Giove – che continuasse a pagare dal punto di vista economico e sociale”.

Società: Incidenti sul lavoro, Taranto prima per cancro
Grottaglie: Orlandini, 'Col Massafra sarà una partita insidiosa'