Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

News

Basket/B: Il Cus Jonico lotta a Senigallia, ma non passa

Domenica 27 Novembre 2016 20:12 in BASKET 135 Comunicato Stampa

Resta uno “zero” nella casella delle vittorie in trasferta per la Pu.Ma. Trading che torna da Senigallia con una sconfitta amara, contro la Goldengas, soprattutto per quello che poteva essere e non è stato, alla fine di una partita equilibrata in cui è mancato quel pizzico di cattiveria per portarla a casa.

Il Cus Jonico paga soprattutto il black out a cavallo dei primi due quarti, poi lo sforzo per rientrare a -1 all’inizio dell’ultimo parziale è stato vanificato da una Goldengas sempre pronta a riallungare con le triple dei vari Giampieri (3/4, 14 punti) e Maggiotta (4/10, 21 punti). Ci hanno provato fino alla fine i rossoblu spinti dai 23 punti di Fioravanti, dai 20 di Azzaro e dai 12+13r di Chiacig ma non è bastato.
LA GARA. Coach Putignano parte con Caldarola in quintetto al fianco di Chiacig, Procacci, Fioravanti e Azzaro. Bastone, Maggiotto, Gnaccarini, Caverni e Bertoni le scelte di coach Valli.
Ed è proprio Caldarola a segnare il primo canestro del match a cui risponde la tripla di Maggiotto. Quindi Fioravanti e Caverni per il 5-4 al 3’. Seguono un paio di minuti di “errori” al tiro ed è ancora Fioravanti a riportare avanti il Cus, anche a +3 con il canestro seguente di Azzaro, 5-8 al 6’. Sul più bello Taranto si inceppa, Senigallia piazza un break pesante nel finale di primo quarto: 12-2 con Maggiotto, Gnaccarini, Caverni ed anche la tripla del neo entrato Giampieri. Nel mezzo per la Pu.Ma. Trading solo il canestro di Chiacig. Alla sirena di fine primo quarto è 17-10 Goldengas.
Rimescola un po’ le carte coach Putignano, Di Salvatore trova subito la via del canestro ma non cambia l’inerzia della partita. Un’altra tripla, stavolta di Pierantoni, regala il +10 ai padroni di casa, anche +12 con Bertoni ma prima del canestro di Azzaro. Di Salvatore e Enihe hanno un buon impatto dalla panchina, il Cus trova anche i primi punti, dalla lunetta, di Procacci ma resta a -10 sul tiro realizzato da Pierantoni a metà secondo quarto, 30-20. La partita è ora molto più equilibrata, anche se pesa sullo score il break del primo quarto. Ancora Chiacig e Procacci rispondono a Pientantoni e Caverni. Senigallia va anche a +13 sfruttando l’ennesima tripla ma Azzaro riporta il Cus Jonico a -9 al rientro negli spogliatoi, 37-28.
Si riparte da un altro canestro di Chiacig a cui segue un’altra tripla di Maggiotto. Un minuto e la cosa si ripete: segna Caldarola ed ancora Maggiotto va a segno dall’arco per la quarta volta. Senigallia a +13 con Gnaccarini e poi +14 con i liberi di Bertoni e Bastoni per il 50-36 a metà terzo quarto. Taranto prova a scuotersi, ci pensa Fioravanti con una tripla. Azzaro e ancora Fioravanti completano il mini-break di 7-0 per il -7. Ma puntuale come un orologio svizzero arriva la tripla di Senigallia, ad opera di Giampieri per il 55-45. La mano di Fioravanti è però un tizzone ardente, arrivano altre due triple negli ultimi due possessi e magicamente Taranto chiude il terzo quarto sotto “solo” 55-51.
Chi di tripla colpisce di tripla perisce. Azzaro insacca la quarta di fila per la Pu.Ma. Trading che si riporta a -1 a inizio ultimo quarto. Spaventata Senigallia si sveglia con i canestri di Bastone e Gnaccarini. Chiacig segna 4 punti in fila e di nuovo -1 per i rossoblu ma ancora Giampieri rascia il fondo del barile e riallunga per la Goldengas a +5. È una sorta di ping pong tra Taranto e Giampieri che risponde di tripla, ancora, al canestro di Azzaro, +6 per i padroni di casa a 6’ dalla fine. Il Cus Jonico non si arrende davanti alle “bombe” marchigiane. Chiacig è in ritmo, ed anche in doppia doppia, e va ancora a segno per il 65-63 a 5’ dalla fine. Ma la tripla di Bertoni e il canestro di Maggiotto ricacciano indietro Taranto a -7 alle soglie degli ultimi 2 minuti. Servirebbe un mezzo miracolo che non c’è. Fioravanti e Azzaro sono gli ultimi ad arrendersi scollinando quota 20 punti e riportando Taranto anche a -4 nell’ultimo minuto. Senigallia però concede poco dalla lunetta e si prende i due punti quelli che lontano dal PalaMazzola restano un miraggio per la Pu.Ma. Trading.
Ora, il tempo di “leccarsi” le ferite e ricaricare le batterie perchè domenica si torna in trasferta, a Pescara. 

 

GOLDENGAS SENIGALLIA - PU.MA. TRADING TARANTO 77-71

17-10, 37-28, 55-51

Goldengas Senigallia: Maggiotto 21, Pierantoni 10, Gnaccarini 9, Giampieri 14, Caverni 12, Bertoni 7, Bastone 4, Pietrini, Gregorini ne, Serrani ne. All.: Valli.
Pu.Ma. Trading Basket Taranto: Fioravanti 23, Azzaro 20, Enhie 2, Di Salvatore 4, Caldarola 4, Pancallo ne, Procacci 6, Chiacig 12, Veccari, Sacchetti. All: Putignano. 
Parziali: 17-10, 37-28, 55-51
Arbitri:  Massafra di Firenze e Marzulli di Binasco (Milano).