Promozione

Promozione e 1a Categoria: Punto sulle tarantine di Paolo Ischio

Alessio Petralla
07.02.2019 22:16

Si fanno sempre più avvincenti i campionati di Promozione A e B e di Prima Categoria che, a Blunote, analizza l'ex tecnico del Sava Paolo Ischio: "Sono contento per il Martina che ha completato la sua rincorsa guadagnando il primo posto ai danni del San Marco che ora dovrà inseguire. E' bello vedere una tarantina li sopra. E' un girone equilibrato e difficile in cui la formazione di Marasciulo ha le carte in regola per giocarsela vista l'ottima quadratura. Il Ginosa ha cambiato allenatore dopo un'alternanza di risultati che l'hanno portata a metà classifica. Ora vivono una fase di assestamento".

GIRONE B: "Questo girone lo conosco meglio. Mi fa piacere la ripresa del Lizzano: doveva finire la crisi visto il mercato che ha fatto a dicembre. Ha il potenziale per salvarsi senza play out. Il Talsano, invece, sta pagando soltanto l'assenza di calciatori esperti che in questa categoria fanno bene. I biancoverdi si trovano, ancora, in una zona tranquilla di classifica anche se devono tornare a conquistare qualche risultato positivo. Sono convinto che con la rosa al completo possono puntare anche ai play off. Ho visto giocare la Deghi, prossima avveraria dei ragazzi di Frascella e posso confermare che è una buonissima squadra. Vincerà il girone chi avrà maggiore costanza e se la giocheranno proprio la Deghi e l'Ugento. Il Maglie è in ripresa e sta recuperando punti e posizioni: era strano vederli in basso visto il potenziale della rosa".

PRIMA CATEGORIA B: "E' un campionato a due tra Castellaneta e Grottaglie che hanno due ottime rose di categoria superiore. Sarà un bel testa a testa, molto appassionante. Per il calcio tarantino è motivo d'orgoglio vedere due formazioni della provincia in testa. Se non perdono punti prima, sarà lo scontro diretto a decidere le sorti del girone. Solo loro possono perdere la promozione. Il Sava è terzo e sta facendo un buon campionato; mi dispiace per il San Marzano che spero possa dare una bella accellerata e risalire. Buon ritorno del Massafra che ha trovato la giusta quadratura dopo un avvio stentato: la formazione di Minosa è difficile da affrontare".

PRIMA CATEGORIA C: "Il Manduria ha avuto lo scossone del cambio d'allenatore e di molti calciatori ma ha mantenuto i ritmi del Matino. Inseguire può essere un'arma a doppio taglio: può dare stimoli ma un passo falso può fare male. I biancoverdi devono mantenere questa mentalità vincente in modo tale da giocarsela fino alla fine".

Si ringraziano:

Real Pulsano: Allievi, tutto pronto per il derby con l'Atletico
Serie D/I: La Turris prende le distanze da Sergio ‘Malatella’