Serie D

Serie D: Mercato, alla Turris un ex difensore del Taranto

Comunicato stampa
22.06.2018 17:17

Mercato scoppiettante più che mai in casa Turris. Il direttore sportivo Antonio Governucci piazza altri tre colpi che vanno ad arricchire la rosa a disposizione del tecnico Teore Grimaldi. Si tratta di:

- Pellegrino Albanese: difensore centrale sinistro classe ’91 reduce da una positiva esperienza col Portici con 33 presenze e 1 rete. Possente (187cm) e abile nel gioco aereo, comincia la carriera in Basilicata nella squadra di calcio di Pignola. A 16 anni va in prestito all’Inter giocando da centrocampista negli Allievi Nazionali. Successivamente, con la Primavera del Sassuolo debutta in Serie B nel 2011 nella gara con il Siena. Tappe successive con Mantova e Arzanese in C2 per poi tentare la grande chance nella Serie A di Malta. Real Vico Equense in Eccellenza arrivando alla finale playoff con Macera allenatore. Le esperienze con l’Ercolanese, con cui vince l’Eccellenza, Nocerina in D e Taranto in Lega Pro arricchiscono il percorso di crescita di un calciatore pronto a dare il suo contributo in termini di esperienza e professionalità nella sua nuova avventura.

- Daniele Franco: centrocampista classe ’94 di grande qualità ed eclettico tatticamente; ultima stagione molto positiva tra le fila del Gragnano. Tra le sue peculiarità il senso della posizione. Cresciuto nella scuola calcio ”Luigi Vitale”, passa al settore giovanile del Napoli accumulando sette stagioni ricche di soddisfazioni. Un curriculum di tutto rispetto alla luce delle esperienze maturate con la Primavera dello Spezia nel 2012 e 2 panchine in B con i liguri. In Lega Pro con le maglie di Torres e Paganese. Due stagioni fa l’esperienza con la Massese. Qualità e sostanza  al servizio della causa corallina.

- Nicola Leone: centrocampista classe ’92, è un vero e proprio jolly duttile tatticamente. Rinforzo importante con un’esperienza notevole accumulata con le maglie di Gladiator, Arzanese in C2, Fondi in D, Battipagliese con 26 partite e 6 reti in D, Gragnano con 29 partite e 5 reti  e Campobasso. Un alto profilo alla luce dell’esperienza maturata con tanta serie D. Cattiveria agonistica e senso della posizione per un tassello ambito da molte società. Nel 2012, sotto la gestione Governucci, disputa un’ottima annata col Gladiator imbattuto per poi, nel 2016-2017, ritrovarsi ancora a Santa Maria Capua Vetere sempre con il duo Governucci-Grimaldi con 26 partite e 2 reti all’attivo. L’esperienza con l’Arzanese in C lo matura professionalmente. La scorsa stagione a metà tea l’ambizioso Campobasso (13 partite e 1 gol) per poi passare alla Caronnese in D lottando per il titolo fino alla fine arrivando terzo dietro Como e Gozzano. Per lui 10 partite ed 1 gol.

Russia 2018: Gruppo E, il Brasile stende il Costa Rica nel recupero
Ippica: Poker di Gran Premi all’ippodromo Paolo VI