CRONACA

Ex Ilva: Rifondazione Comunista, ‘Finalmente riesame dell’Aia’

Comunicato stampa
30.05.2019 17:03

Il riesame dell’Aia dell’ex Ilva deciso dal ministro dell’Ambiente Costa su richiesta del Sindaco Melucci è una buona notizia per Taranto. Le associazioni ambientaliste e le organizzazioni sindacali (CGIL e Fiom) che si sono battute in questa direzione nel corso degli ultimi anni conseguono un importante risultato, nell’interesse di tutti i cittadini.  Adesso la palla passa al governo. Come più volte Rifondazione Comunista ha auspicato, è necessario che nella definizione di nuove e più stringenti prescrizioni venga applicata la Valutazione integrata di impatto ambientale e sanitario (Viias). È ora di lasciarsi definitivamente alle spalle il conflitto lavoro/salute: se vuole continuare ad operare, Arcelor Mittal deve rendere la fabbrica innocua per i lavoratori e per gli abitanti delle aree limitrofe. Ma il governo deve anche dare seguito agli impegni assunti nella recente visita del ministro Di Maio. Taranto ha disperato bisogno di investimenti per risollevarsi dalla condizione di depressione sociale ed economica in cui si trova. Investimenti produttivi, che generino nuovo lavoro, e non operazioni speculative per le tasche di pochi. È necessario ricostruire un rapporto di fiducia fra la gente di terra ionica e le istituzioni, e questo non può che basarsi su iniziative efficaci per estirpare la disoccupazione e la povertà.

Partito della Rifondazione Comunista - Federazione di Taranto

 

Agropoli: Dg Gorelli, 'Noi giovani, ma proveremo a giocarcela'
Miss Progress e Amnesty International contro violenza su donne