CRONACA

Editoria: Tra Taranto e Liegi il primo romanzo di Adele Bonora...

Alessio Petralla
21.10.2017 14:10

La trasposizione in prosa del mondo interiore e il valore dell’arte sono le tematiche del primo libro/romanzo, “La stagione della quinta giusta”, della brava e giovane scrittrice tarantina Adele Bonora, che nella giornata di venerdì 20 agosto, ha tenuto la presentazione presso la libreria Ubik di Taranto, parlando della sua opera, anche, a Blunote: “L’idea è nata del 2015: non è stato nulla di premeditato eccetto la struttura. Si tratta di due storie accumunate dalla realtà industriale (la fabbrica, però, soltanto come sfondo). La scena è, invece, dominata da alcuni personaggi dai toni surreali. Il romanzo è ambientato a Taranto e a Liegi nel 2014…”.

LA STESURA: “Ad esser sincera non ci ho messo molto: ho impiegato più o meno un anno per completare questo romanzo. Avevo tanta voglia di fare”.

I PERSONAGGI: “Sono numerosi anche se i protagonisti non sono tantissimi: si tratta di un fotografo di professione, di due musicisti e di un personaggio affetto da una malattia degenerativa. Inoltre, sono presenti figure più anziane che fungono da guida ai più giovani”.

MODALITA’ D’AQUISTO E TEMI: “La stagione della quinta giusta, si può acquistare (per ora) in tutte le librerie di Taranto e su internet. Il libro è composto da 262 pagine e ha come tema principale il valore dell’arte visto come tramite in modo da tendere sempre di più il meglio di se”.

CHI E’ ADELE BONORA: Adele Bonora nasce a Taranto nel 1988. Consegue la Laurea in Giurisprudenza, con il massimo dei voti, nel 2013 ed il Diploma di Specializzazione per le Professioni Legali nel 2015. Collabora con la cattedra di Diritto Processuale Penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Dal settembre del 2017 è abilitata all’esercizio della professione forense.

Racconta di lei: “L’amore per la scrittura nasce in lei fin da bambina, quando la brutta calligrafia che le dicono di avere diviene ornamento, mai bello, ma leale, che c’è sempre”.

Giovanili: Diavoli Rossi, Maruggio e Massafra per proseguire la marcia
Martina: Un solo indisponibile per la sfida di Ginosa