Promozione

Punto Promozione: Palmieri, 'Girone B? In tante in pochi punti'

Alessio Petralla
29.10.2018 20:33

A tracciare un punto sui due gironi di Promozione (A e B) è il tecnico del Lizzano, Aldo Palmieri, che inizia analizzando il cammino dei suoi: "Finalmente è arrivata la vittoria. Era solo una questione di risultati visto che la squadra giocava bene. Due partite fa, a Racale, avevamo colpito una traversa e visto negarci il gol da due grandi interventi del portiere. Ma alla fine è arrivata la beffa. Con Talsano, Deghi e Aradeo non meritavamo di perdere. Tornando al match con lo Scorrano siamo riusciti a sbloccarla grazie ad una doppietta di Beltrame e poi nella ripresa, con il vento a favore, abbiamo realizzato altre tre marcature. Vittoria meritata che ci ridà fiducia. La classifica non rispecchia ciò che stiamo facendo".

IL CAMPIONATO: "La sorpresa in positivo, fino ad ora, è l'Ugento che lo scorso anno aveva fatto un gran girone di ritorno. Nessuno se l'aspettava. Sta deludendo il Novoli che è una squadra esperta così come, anche, la Deghi".

LE TARANTINE IN PROMOZIONE: "Il Talsano ha iniziato nel miglior modo ottenendo nelle prime sei gare ben dodici punti e passando il turno in coppa. Ora ha subito tre battute d'arresto anche se quella di coppa è relativa. Un buon avvio della squadra di Frascella che, comunque, dovrà lottare per la salvezza in un campionato livellato in cui molte squadre sono racchiuse in quattro-cinque punti. Basti pensare che tra la seconda e la penultima c'è un distacco di sole sette lunghezze. La domenica si vedono molti pareggi che stanno abbassando la media. Passiamo alle tarantine del gruppo A vale a dire Martina e Ginosa: i primi, anche quest'anno, hanno allestito una squadra per puntare alla promozione e domenica affronteranno la gara con la capolista San Marco che non sarà decisiva ma psicologicamente importante. Per quanto riguarda il Ginosa ci si aspettava qualcosa di più. Sorprendono i due risultati eclatanti rimediati fuori casa. Non so da cosa sono dovuti ma l'esperto Pettinicchio saprà cosa fare. Il campionato è lungo ed entrambe entreranno, almeno, nei play off".

LA PROSSIMA: "Andremo a giocare a Novoli: si tratta di una gara insidiosa visto che i leccesi hanno molti calciatori esperti  e stanno andando sotto le aspettative. Non potrò utilizzare Visconti per un infortunio alla spalla (ne avrà per un mesetto). Ci alleneremo bene, soprattutto sotto l'aspetto del morale. La nostra situazione di classifica è dovuta al fattore campo: ogni giorno, per allenarci, dobbiamo spostarci per i campi o per le strutture sportive. Ci sta mancando il supporto dei tifosi: è come giocare a porte chiuse".

FOTO GIORGIA CANNELLA

Si ringrazia:

Manduria: Lippolis, 'Vittoria dedicata al popolo manduriano'
Taranto-Fidelis Andria 1-3: Le pagelle di Blunote