CRONACA

Cittadella della Carità, l’Hospice sarà attivo in pochi mesi

La Fondazione Cittadella della Carità ha preso possesso della struttura

Comunicato stampa
13.03.2019 14:50

Salvatore Sibilla, presidente della Fondazione Cittadella della Carità

“Siamo molto soddisfatti perché diamo inizio al percorso che in pochi mesi permetterà a coloro che vivono la fragilità di trovare un ambiente idoneo all’accoglienza e all’accompagnamento del paziente malato e sofferente. Per la Cittadella della Carità vuol dire mantenere fede agli impegni presi”. E’ molto soddisfatto il Presidente della Fondazione, Salvatore Sibilla, che nella mattinata di martedì 12 marzo, accompagnato dal vice presidente Maria Silvestrini e dal Direttore Generale Nicola Rosato, ha preso possesso dei trenta posti letto (15 più accompagnatore) per l’Hospice, struttura di accoglienza e ricovero, che sarà attivo entro pochi mesi. L’Hospice sarà ubicato nella “13 Maggio”, struttura adiacente alla Cittadella della Carità. La Fondazione, in possesso delle autorizzazioni, avvierà quanto prima i lavori necessari all’attivazione della struttura. Vuole essere una risposta ai tanti bisogni del territorio. A esso potranno accedere i malati affetti da malattie progressive e in fase avanzata che necessitano di cure palliative e di assistenza specialistica. Per la Fondazione si tratta di un completamento del percorso di cura del malato, attraverso l’offerta di spazi dedicati nei quali trovare rifugio, assistenza h24, compagnia e terapia del dolore. Sarà possibile, come da regolamentazione, ricoverarsi con i propri familiari. L’attivazione dell’Hospice rientra nel Piano di Risanamento predisposto dalla Fondazione Cittadella della Carità, nonché nel rilancio di nuove attività nel solco della vocazione al servizio, che la pone sempre attenta ai bisogni della nostra città.

Taranto: Scatta la prevendita per il match col Team Altamura
Teatro: Sabato 16 marzo, ‘Amleto take away’ a Crispiano