TARANTO

Santaniello: ‘Senza il Picerno avrebbe vinto il Taranto'

L'attaccante dei melandrini a Blunote: 'Il nostro segreto? Il gruppo e il lavoro svolto con voglia e intensità'

Alessio Petralla
15.04.2019 14:28

Giovedì prossimo il Picerno potrebbe festeggiare, proprio con il Taranto, la matematica promozione in Serie C: a commentare l'impresa e presentare il match, a Blunote, è l'attaccante Emanuele Santaniello: "Stiamo compiendo una vera e propria impresa: non sembra vero che manchi solo un punto. Il nostro primo posto è frutto, più che di demeriti degli avversari, di nostri meriti. Cerignola e Taranto hanno vinto praticamente sempre, ma quelle poche volte che non ci sono riuscite noi ne abbiamo approfittato. Per quanto riguarda me, sono più felice per la squadra che per i gol. L'importante è vincere".

PREPARAZIONE: "Prepariamo la sfida con il Taranto sempre allo stesso modo sapendo che il campionato non è ancora concluso e che restano tre partite difficili. Dovremo stare attenti perchè se dovesse succedere qualcosa d'incredibile sarebbe soltanto colpa nostra".

IL TARANTO: "Escludendo noi, visto che parlano i numeri, è forte e ha un grande allenatore. Se non ci fossimo stati noi avrebbero vinto loro".

LE INSIDIE: "Penso che gli ionici verranno qui per vincere: devono cercare il bottino pieno per i loro tifosi e vincere con la capolista per dimostrare ancora una volta il loro valore. Cercheranno, inoltre, il secondo posto che può essere importante".

LA GARA: "Faremo la nostra solita partita. Non giocheremo per il punto. Mi aspetto un gran bel match".

IL SEGRETO: "E' il lavoro svolto dal primo giorno: ci siamo sempre allenati con la giusta intensità e voglia. Inoltre, siamo diventati un grande gruppo di amici. Tutto ciò fa la differenza. Poi, dietro, abbiamo una gran società che non ci fa mancare niente".

Si ringraziano:

 

Picerno-Taranto: 547 i biglietti per i tifosi rossoblu
Mysterium Festival 2019: Caravaggio, ‘quadri’ d’autore