ALTRI SPORT

Motori: Kart, weekend pieno di guai a PFI per Alex Irlando

Comunicato stampa
22.05.2018 12:05

Nella seconda gara del campionato europeo OK CIK-FIA, Alex Irlando non riesce ad accedere alla finale della domenica pomeriggio. È stato un fine settimana tribolato per il 17enne Alex Irlando in quel di Grantham. Nonostante l’incredibile sforzo del costruttore Sodikart, sia Alex che il suo compagno di team Tom Joyner, al Paul Fletcher International non sono riusciti a trovare un set-up che gli permettesse di lottare alla pari con i loro avversari e si sono ritrovati a passare il weekend nelle retrovie. Nelle qualifiche cronometrate Alex ha chiuso al 63° posto, girando 9 decimi più lento del poleman e nel corso delle heat non è riuscito a risolvere i suoi problemi di assetto. In una continua lotta con il il kart nero ed arancione, Alex ha chiuso le manche in 16°, 17°, 15° e 18° posizione, collezionando anche un ritiro nell’ultima manche mentre era in lizza per la 19° piazza. La domenica mattina il suo weekend era già finito, classificandosi 57° assoluto dopo le heat.

“Non avrei mai pensato di esser fuori dalla finale. Sono veramente dispiaciuto. Anche il mio compagno di team Tom ha avuto problemi e non è riuscito a guadagnarsi l’accesso alla gara della domenica pomeriggio. La Sodikart sta lavorando duramente per sviluppare il nuovo telaio, ma il livello nella OK è così alto che non è facile lavorare sul del materiale creato da zero nel corso dell’europeo CIK-FIA. Sapevamo sarebbe stata dura. Dobbiamo imparare da questa esperienza, abbassare la testa e lavorare ancora più sodo. Prima della prossima gara della OK dell’europeo abbiamo fissato delle sessioni di test per essere preparati nelle prossime gare. La Sodikart merita di essere al top anche in OK e la riporteremo nelle posizioni che le spettano!”. La prossima gara è l’europeo OK CIK-FIA ad Ampfing in Germania dal 15 al 17 giugno.

 

Commenti

Motori: Kart, a PFI Marseglia fuori dalla finale per due contatti
Motori: Albino Pepe conquista il 1° Formula Challenge ‘Magna Grecia’