TARANTO

Guaita: Ufficiale addio al Potenza, ora la firma col Taranto

L’esterno argentino si è congedato attraverso Facebook: ‘Vado con dispiacere, ma tutto ha un limite’

29.06.2019 16:06

Tra il Potenza e Leandro Guaita è tutto finito ormai. L’esterno argentino non rinnoverà il contratto con il club lucano congedandosi ufficialmente attraverso Facebook. Guaita cambia città, ma non colori: continuerà a vestire rossoblu indossando la maglia del Taranto: l’accordo c’è, manca solo l’annuncio ufficiale. Di seguito, la sua lettera d’addio a Potenza e ai potentini:

"Buongiorno a tutti..

Inanzi tutto Volevo chiedere scusa per questo mese senza rispondere ai vari messaggi ma per evitare eventuali confusioni, malinterpretazioni ho preferito restare lontano dai social...

Sono arrivato a Potenza il 8/12/16 e mi sono trovato in una situazione che nn avrei mai immaginato, per essere sincero la peggiore che mi aveva mai capitato nel calcio. Da uomini veri però, con tutte le difficoltà del mondo, e che veramente in pochi sanno veramente, abbiamo salvato una società fallita... Questa nostra vittoria ha fatto che l'anno dopo riffiutase tantissimi soldi dalla squadra che sulla carta doveva stravincere il campionato, senza conoscere il nuovo presidente, senza se senza ma, il Potenza mi voleva veramente ed io ho accettato, ho voluto restare!! ... Cominciava a nascere il mio grande amore per questi colori...

6 mesi dopo, con tutte le squadre che ci perseguitavano da vicino, sono tornati ad offrirmi in pochi mesi quello che nn guadagnavo nell'intero anno qua a casa mia!! Ma il Potenza mi voleva fortemente ed ho pensato, abbiamo salvato questa società, mo la portiamo in alto!!! Intanto Mio figlio cresceva e faceva amicizie, stavamo troppo bene a casa... RESTO!!

E vinciamo il campionato!! Per me la salvezza dell'anno prima era più soddisfacente, ma sicuramente è stato l'anno più bello!!! Mio figlio, mia moglie, i miei.... Tutti a Potenza per festeggiare, perché loro sanno quanto abbiamo sofferto per portare a Potenza dove merita, IN ALTO!!!

Ancora più che mai, le altre squadre sono tornati ad offrirmi soldi che nn avevo mai guadagnato in vita mia... Mi dicevano che ero pazzo se riffiutavo, ma il Potenza mi voleva ancora e quindi niente al mondo mi avrebbe portato via dalla mia città!!! Sapete... Il soldi nn comprano tutto nella vita... Nn Comprano la felicità di mio figlio al giocare con i suoi amici del "fioco verde" nn Comprano la felicità di mia moglie e mia che stiamo meglio a PZ con i nostri amici che in Argentina... RESTO!!

Dopo un inizio nn bello, ci rialziamo col aiuto di questi meravigliosi tifosi e portiamo a PZ più in alto degli ultimi 50 anni... Abbiamo fatto un piccolo pezzo di storia, e nn sapete quanto mi rende orgoglioso...

Dopo questa piccola storia, uno pensa che nn sarebbe molto intelligente andare via, lasciare un posto così, dove ti vogliono tanto e veramente bene, dove mio figlio piange ancora perché vuole vedere i suoi amici, un posto con delle persone stupende che mi chiamano in continuazione e si preoccupano per me e la mia famiglia ed io essendo qua in Arg. Parlo più con loro che con i miei amici argentini... Un posto che si è trasferito qua a casa, si perché qua è tutto del Potenza, ci sono perfino delle sciarpe, bandiere...che come tutte le bandiere anche nella vita vanno difese, protette e custodite... insomma.... Nn si può lasciare Potenza facilmente... 

Io però purtroppo nn continuerò l'anno prossimo a difendere questi colori, nn potremmo continuare a vivere la nostra città, i nostri amici... Vado via con enorme dispiacere, ho dimostrato in questi anni di poter rinunciare a tutto pur di indossare questa maglia! Ma tutto ha un limite...

Vi voglio davvero bene, arrivederci Potenza mia... Grazie di cuore x tutto!!! A presto!! ❤️❤️"

Cerignola: In caso di Serie C, panchina a Leonardo Colucci
Cannizzaro, agente Esposito: ‘Farà la Serie C col Picerno’