Serie B

Serie B: Il Foggia cade con la Salernitana, recupero fatale

Il gol di Vitale al 92’ stende i rossoneri, che sbattono contro Micai in due occasioni. Gregucci vince la sfida dei debuttanti con Padalino

Armando Borrelli
23.12.2018 14:33

Il Foggia perde 1-0 all’Arechi contro la Salernitana, con Angelo Gregucci vince il confronto tra nuovi tecnici contro Pasquale Padalino - oggi in tribuna a causa di una squalifica e sostituito in campo dal vice Sergio Di Corcia - grazie alla rete di Vitale al 92’.

La partita - La partita è combattuta soprattutto a centrocampo, con Micai che disinnesca in angolo al 26’ un tiro potente di Kragl e Bizzarri abile ad anticipare Castiglia sul filtrante di Jallow sulla ripartenza del corner seguente. L’esperto portiere argentino chiude anche con una pronta reattività sul tiro al 39’ di Bocalon - dopo un liscio di Boldor sul cross dalla sinistra di Vitale - e due minuti più tardi con una presa bassa nuovamente sul centravanti della squadra di casa. Ad inizio rirpresa, precisamente al 53’ ghiottissima occasione per Iemmello, che, servito da Busellato - abile ed intelligente a recuperare il pallone sul limite dell’area della squadra campana, calcia però centralmente ed esalta i riflessi di Micai. Il match svolta al 71’, quando Gerbo, già ammonito, stende Rosina e viene mandato anzitempo negli spogliatoi dal Sig. Baroni. La Salernitana alza il suo baricentro mentre il Foggia si rintana sempre più: Bizzarri chiude ancora all’85’ con un’uscita bassa sui piedi di Bocalon ed è abile con un gran tuffo al 91’ a dire “no” sulla conclusione dal limite di Jallow, ma nulla può al 92’ sul gran tiro al volo di Vitale, giunto dopo un calcio d’angolo respinto fuori dalla difesa rossonera. Non accade poi più nulla fino al triplice fischio arbitrale, che decreta il successo della Salernitana.

Classifica e statistiche - La Salernitana ritrova il successo dopo tre sconfitte consecutive, ottenendo il sesto successo casalingo stagionale, con l’Arechi che finora è stato violato solamente dal Brescia, nell’1-3 dello scorso 10 dicembre. Il Foggia riassapora l’amaro sapore della sconfitta dopo la vittoria ottenuta allo Zaccheria per 3-1 contro la Cremonese, subendo la quinta sconfitta esterna del proprio campionato e rimandando l’appuntamento con il successo lontano dalle mura amiche che manca dall’1-3 di Benevento del 29 settembre.

SALERNITANA-FOGGIA 1-0

RETE: 92’ Vitale (S)

SALERNITANA 3412: Micai; Migliorini, Schiavi (72’ Mazzarani), Gigliotti; Casasola (57’ Pucino), Akpa Akpro, Di Tacchio, Vitale; Castiglia (59’ Rosina); Bocalon, Jallow. Panchina: Vannucchi, Mantovani, Anderson D., Djuric, Bellomo, Palumbo, Orlando, Anderson A., Lazzari. All. Gregucci

FOGGIA 352: Bizzarri; Loiacono, Boldor, Ranieri; Cicerelli (71’ Zambelli), Gerbo, Agnelli, Busellato, Kragl; Mazzeo (75’ Rubin), Iemmello. Panchina: Noppert, Sarri, Tonucci, Carraro, Cavallini, Galano, Arena, Gori. All. Di Corcia 

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze. Assistenti: Pietro Dei Giudici di Latina e Marcello Rossi di Novara. Quarto Uomo: Valerio Marini di Roma 1.

Ammoniti: Castiglia, Schiavi, Migliorini (Sal); Boldor (F).

Espulso: Gerbo (F) al 71’ per doppia ammonizione.

Serie D/H: È un Picerno di ferro, espugnata anche Bitonto
Sorrento: Guarracino, ‘Il Taranto non ha bisogno di simulare’