TARANTO

Taranto: Pellegrino, ‘Voglio restare qui per crescere ancora’

Il portiere a Blunote: 'Regaliamo la vittoria dei play off ai tifosi'

Alessio Petralla
12.05.2018 12:05

Ha disputato una stagione regolare eccezionale il portiere rossoblù Paolo Pellegrino che in vista della semifinale play off di Altamura, a Blunote, testimonia tutta la sua voglia di terminare al meglio la stagione: “Abbiamo preparato la partita di domenica come sempre, per cercare di ottenere la vittoria per noi ma soprattutto per Taranto: non siamo riusciti ad avere l’andamento che loro avrebbero desiderato e, perciò, speriamo di regalargli almeno questa gioia. Qualcuno dice che questi spareggi contano poco ma noi vogliamo vincerli”.

TREND NEGATIVO: “E’ vero abbiamo perso le cinque trasferte con le big ma non pensiamo alle statistiche ma soltanto a lavorare nella migliore maniera. Ognuno di noi è consapevole di giocarsi la partita nel migliore dei modi. Ho fiducia nei compagni e sono convinto che porteremo a casa il bottino pieno”.

PELLEGRINO: “Per me questa stagione è stata importante: mi sta ricompensando del lavoro fatto in passato e di quello svolto quest’anno. Devo dare merito al tecnico Cazzarò e a Cataldi che mi hanno dato fiducia e mi hanno fatto crescere tanto. Per chi vuole fare il calciatore Taranto è la piazza giusta. Sono cresciuto, anche, per merito dei tifosi che ci tengono tantissimo: ti fanno capire che ogni partita è quella della vita. Voglio maturare in riva allo Ionio e rimanere qui altri anni. Con il presidente abbiamo parlato e il mio procuratore è contento della scelta. Spero di essere riconfermato”.

L’ALTAMURA: “Si tratta di un avversario ostile che ha grandi calciatori come D’anna, Santaniello, Dibenedetto e Gambuzza. Dispone di under interessanti come Clemente e Lopez. Si difendono bene ma noi non dobbiamo avere paura ma solo rispetto”.

I FATTORI: “Per una grande squadra come noi i due risultati a sfavore non devono infierire visto che dobbiamo giocare per vincere. Non è un problema per noi anche se i loro tifosi daranno una spinta in più. Io sono uno dei meno esperti ma gente come Marsili, Galdean, Miale e D’agostino sono abituati a giocarsi certi tipi di partite”.

COSTACURTA: “Abbiamo solo l’obbligo di vincerli perché questo gruppo è forte e ha voglia. Poi se i play off serviranno o meno non sta a noi decidere”.

L’ATTESA: “Sono molto sereno e se sarò chiamato in causa darò il massimo come sempre. E’ una partita di calcio in cui ci dobbiamo divertire e vincere. Ne ho vissute altre con le big e mi sto abituando a certi tipi di partite. I tecnici e i compagni mi danno serenità”.

Si ringrazia:

Commenti

Altamura: Di Senso, 'Se ci accontiamo del pari rischiamo il ko'
Taranto: Convocati, partono in 24 per Altamura