Serie B

Serie B: Il Foggia non sa più vincere, 1-1 nel posticipo col Venezia

Armando Borrelli
03.12.2018 23:01

Pietro Ienmello è tornato al gol su rigore, ma non è bastato per la vittoria

Il Foggia non riesce a ritrovare il successo pareggiando 1-1 con il Venezia allo Zaccheria. Dopo il momentaneo vantaggio firmato da Iemmello al 17’ su calcio di rigore, è Vrioni a trovare la rete del pari nel recupero del primo tempo.

Domizzi cintura in area Mazzeo, niente rigore!

LA PARTITA Il Venezia sembra partire meglio ma al 16’ è il Foggia a passare in vantaggio dagli 11 metri: Iemmello cade a terra dopo una plateale trattenuta di Zampano e spiazza poi Vicario incrociando il destro. I “Satanelli” vanno vicinissimi al raddoppio ancora con Iemmello, che impatta il palo a portiere battuto quando il cronometro segna il 44’, ma poi incassano il pareggio nel corso dell’unico minuto di recupero della prima frazione: è Vrioni a beffare Bizzarri deviando, tagliando sul primo palo, il cross basso dalla sinistra di Bruscagin. Nei primi 10 minuti della ripresa Vicario e Bizzarri dicono rispettivamente “no” ai tiri da fuori di Cicerelli e Pinato. Al 65’, il portiere argentino del Foggia viene salvato dal palo alla sua destra sul rasoterra dal limite dell’area di Vrioni e 3 minuti più tardi viene graziato da Di Mariano, che, lasciato solo al limite dell’area piccola sul cross dalla trequarti di Bentivoglio, manda incredibilmente a lato di testa dal limite. I padroni di casa tornano a rendersi pericolosi al 72’ quando Vicario prima respinge malamente il tiro dalla distanza di Gerbo permettendo a Iemmello di fiondarsi sulla ribattuta che viene nuovamente deviato dal portiere ospite e poi salvato sulla linea da Modolo. Di Mariano fallisce una nuova occasione aerea all’81’, mentre Bizzarri si oppone prima all’89’ sul tiro di Bruscagin giunto sugli sviluppi di un calcio d’angolo e poi al 93’ sul tentativo di Domizzi quasi a botta sicura.

Il momento in cui Vrioni batte Bizzarri per l’1-1 che non cambierà più

CLASSIFICA Il Foggia, con il quinto pareggio consecutivo, sale a 9 punti in classifica, rimanendo al penultimo posto di classifica ed a 5 punti di distanza dal 14’ posto (occupato dal Cosenza), che vorrebbe dire salvezza senza passare dai play-out. Il Venezia invece, dopo la vittoria per 2-1 contro il Brescia, ottiene un nuovo risultato utile ed occupa al 13° posto in graduatoria, a quota 16.

FOGGIA-VENEZIA 1-1

RETI: 17’ rigore Iemmello (F), 45’+1 Vrioni (V).

FOGGIA (4-3-1-2): Bizzarri; Martinelli, Camporese, Ranieri, Rubin; Gerbo, Carraro, Deli (46’ Cicerelli); Galano (71’ Busellato); Iemmello, Mazzeo (84’ Gori). Panchina: Noppert, Sarri, Loiacono, Cavallini, Boldor, Arena, Ramé. All. Grassadonia.

VENEZIA (4-3-1-2): Vicario; Zampano, Domizzi, Modolo, Bruscagin; Segre (63’ Marsura), Bentivoglio, Suciu; Pinato (76’ Schiavone); Di Mariano, Vrioni (81’ Litteri). Panchina: Facchin, Lezzerini, Andelkovic, Coppolaro, Fabiano, St. Clair, Cernuto, Garofalo. All. Zenga.

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo. Assistenti: Oreste Muto di Torre Annunziata e Giuseppe Opromolla di Salerno. Quarto ufficiale: Ivano Pezzuto di Lecce.

Ammoniti: Bentivoglio, Modolo (V); Carraro, Mazzeo (F).

Serie D/I: Rotonda, presidente Bruno ‘Maiuri? Nulla è deciso’
Taranto: Mercato, ecco chi ha le valigie pronte