TARANTO

Quando Zelatore acquistò "gratis" grazie a Fondazione

Anche nell'era Nardoni, il trust tarantino lanciò l'allarme debiti

Redazione
17.05.2017 21:05

Al netto dei dissapori tra soci, nati dopo le critiche della Fondazione Taras alla gestione dei pagamenti Iva da parte del Taranto F. C. 1927 nell'ultimo CdA, l'accusa  fatta dal presidente Elisabetta Zelatore al supporters' trust trantino sul "silenzio" sui debiti prodotti durante la gestione Nardoni non corrisponde al vero. La redazione di Blunote ricorda che il supporters trust tarantino, con il comunicato numero 13 del 2013, criticò apertamente l'insostenibilità di quella gestione economico-finanziaria. Inoltre, il presidente rossoblù non fa menzione del fatto che durante la gestione Campitiello furono abbattuti circa 400 mila euro di debito e che gli attuali soci di maggioranza, essendosene accollati appena 200 mila, hanno potuto acquistare le quote del Taranto F. C. 1927 sostanzialmente gratis.

Superbike: Hayden investito in bici, è in gravi condizioni
Badminton - Nebuloni e Weng brillano ai Campionati Italiani Under